Nella 21^ giornata del girone B della Serie C Femminile, il Venezia FC perde l’imbattibilità in casa, cedendo al Padova di Obetti per 1-2. Non basta, infatti, la rete di Martina Dezotti, né il supporto dei tifosi arancioneroverdi presenti al Centro Sportivo Taliercio, più numerosi che mai, a ribaltare l’esito di una partita decisa negli ultimi minuti del primo tempo e nei primissimi minuti della ripresa. Con il risultato odierno, Vicenza e Trento allungano in classifica.

Le lagunari iniziano fin dai primi minuti di gioco a creare occasioni preziose. All’8’, un corner battuto da Alessandra Nencioni si trasforma in un tentativo in porta di Alice Zuanti, intercettato da Sara Polonio. Il forcing arancioneroverde continua, con un altro tentativo di Zuanti sulla fascia sinistra e l’occasione di Ilaria Mella nei due minuti successivi.

Il ritmo del Venezia rimane alto con un altro corner al 14’. Isabel Cacciamali serve dalla bandierina il colpo di testa di Nencioni, che viene neutralizzato dall’estremo difensore padovano. Mella si affaccia ancora allo specchio della porta dopo una ripartenza al 22’, senza impensierire Polonio.

Attimi di preoccupazione al 24’, quando una ribattuta del portiere colpisce Zuanti con particolare veemenza. Dopo una breve pausa a bordocampo, l’attaccante arancioneroverde prosegue nonostante l’impatto violento e tenta un tiro in porta pochissimi minuti dopo.

La formazione biancoscudata aumenta il ritmo e cerca di spiazzare Alice Pinel al 30’, senza successo. Di nuovo Zuanti è protagonista sul contropiede al 33’, con un tiro che va fuori di un soffio.

Da punizione, risulta pericolosa una traversa del Padova al 36’. Appena un minuto dopo, le ospiti vanno a segno su palla inattiva con Giorgia Tiberio. Ultimo tentativo per il Venezia nel recupero: Anna Stankovic costringe Polonio al salvataggio, su cross di Cacciamali.

La ripresa è da subito una doccia fredda per la formazione di coach Comin. Al 4’ del secondo tempo, Giulia Bison firma il gol del raddoppio per il Padova, rete fortemente contestata dalle lagunari per fuorigioco.

La reazione è immediata con un ottimo tentativo di Zuanti, che costringe Polonio al tuffo. Le prime sostituzioni contribuiscono a modificare i valori in campo: Elena Govetto, entrata al 15’, imposta immediatamente due importanti ripartenze in contropiede per servire prima Cacciamali, poi Zuanti, nei tre minuti successivi.

Il Venezia non si arrende e insiste in porta ripetutamente, seppur con poca fortuna, nei minuti centrali del secondo tempo. Sono ben due le traverse colpite da Cacciamali, prima al 22’ e poi al 33’ su punizione di Vanessa Stefanello.

Govetto e Martina Dezotti dimostrano lo stesso spirito con due occasioni, rispettivamente su corner e di testa, al 24’ e al 28’. Sarà proprio Dezotti a segnare il gol della bandiera per le lagunari, superando Polonio al 35’.

Seppur concitatissimi e ricchi di tentativi da parte delle arancioneroverdi, gli ultimi minuti di gioco e i ben cinque minuti di recupero del secondo tempo non porteranno il Venezia a modificare il risultato finale di 1-2.

Venezia 1-2 Padova
Marcatori: pt 37’ Tiberio, st 4’ Bison, st 35’ Dezotti

Venezia: Pinel; Zizyte (st 1’ Dezotti), Sclavo, Carleschi (st 22’ Benzaquen), Quaglio; Nencioni, D’Avino (st 9’ Stefanello), Cacciamali; Zuanti, Stankovic (st 33’ Risina), Mella (st 15’ Govetto)
A disposizione: Italiano, Martinis, Dal Ben, Gissi
Allenatore: Comin

Padova: Polonio; Bissacco (st 21’ Amistà), Fabbruccio (st 41’ Coccato), Pittarello, Bison, Gastaldin (st 6’ Michelon), Callegaro, Costantini (st 26’ Lovato), Gallinaro (st 9’ Gottardo), Spagnolo, Tiberio.
A disposizione: Tutunaru, Crespan, Ranzato, Gabbatore
Allenatore: Obetti

Credit Photo: Venezia F.C.

Danilo Billi è un giornalista pubblicista da circa 20 anni. Nativo di Bologna, ha mosso i primi passi lavorativi nella città natale nell’ambito sportivo, seguendo dapprima la Fortitudo Baseball e poi la Pallavolo femminile di San Lazzaro di Savena in serie A1. Per gli anni a seguire ha collaborato con la Lega Volley Femminile, prima di approdare a Pesaro, dove è stato capo fotografo per oltre 10 anni dell’ex Scavolini Volley di A1 e redattore a Pesaro, dove attualmente vive, per il Messaggero, il Corriere Adriatico e Pesaro Notizie (web). Si è occupato del Bologna Football Club per diverse stazioni radio emiliane, come Radio Logica e Radio Digitale, dopo di che ha iniziato a scrivere per la fanzine Cronache Bolognesi e ha collaborato con altri siti e app che si occupano, tra l’altro, di calcio femminile, che negli ultimi anni ha rappresentato la maggior parte della suo impegno giornalistico. Ha scritto due libri di narrativa attinenti al calcio Bolognese e al suo tifo e uno lo scorso anno relativo alla stagione del Bologna calcio femminile edito dalla collezione Luca e Lamberto Bertozzi.