La capolista Trani interrompe la striscia di vittorie consecutive della Res Roma, che, alla Linkem Arena cade per 1-2 dopo aver condotto il match per oltre un’ora di gara. Le ragazze di mister Galletti, a seguito di questa sconfitta, congelano i 57 punti in classifica.

La partita

A causa delle continue e numerose assenze, mister Galletti schiera una difesa inedita con la centrocampista Simeone schierata come terzino: il tecnico romano manda in campo dal primo minuto Maurilli tra i pali, Pastifieri, Lommi, Liberati e Simeone in difesa, Coluccini, Fracassi e Reiber a centrocampo, con Manca, Palombi e capitan Nagni in attacco.

Partita che si dimostra equilibrata già durante i minuti iniziali: entrambe le squadre attaccano intensamente, ma fanno fatica a creare vere azioni da gol. La prima occasione giunge al quarto d’ora ed è giallorossa: Manca serve Nagni che rientra sul sinistro e con un pallonetto dal limite sigla il gol dell’uno a zero per la Res. Al minuto 40 Rus, direttamente da calcio piazzato, costringe Maurilli ad una bella e difficile parata.

Il secondo tempo segue lo stesso copione del primo: occasione per le padrone di casa con Palombi che però manda di poco a lato; al ventesimo altra palla gol per l’attaccante classe 1997 che stavolta manca di poco l’impatto con la palla su suggerimento di Lommi. Match in stallo fino al 65′ quando, il direttore di gara, prima espelle capitan Nagni e poi, un minuto dopo, non fischia un fallo su Maurilli dal quale nasce il pareggio del Trani griffato Maknoun. Il direttore di gara torna protagonista dieci minuti dopo: Maknoun sigla il raddoppio delle ospiti, Maurilli protesta per un probabile fuorigioco dell’attaccante tranese e viene espulsa, lasciando le compagne in nove.

La Res Roma tornerà in campo contro il Chieti domenica 29 maggio alle ore 15:30.

Le dichiarazioni di Coluccini

Al termine della partita la centrocampista giallorossa, Manuela Coluccini, ha rilasciato delle dichiarazioni. Di seguito, le sue parole: “È un vero peccato che sia finita così. Abbiamo comunque dimostrato che non molliamo mai e che possiamo mettere chiunque in difficoltà.”

Chiara Frate, attualmente iscritta al corso di laurea triennale in Mediazione Linguistica e Culturale, coltiva la passione per il giornalismo sportivo ed il calcio, sia femminile sia maschile. Attualmente è redattrice di SportdelSud, un giornale sportivo innovativo di partecipazione popolare che le ha offerto l'opportunità di mettersi alla guida di un progetto imprenditoriale nel settore della comunicazione. Conosce l'inglese, il francese, lo spagnolo e sta imparando anche il portoghese. Sempre pronta a schierarsi a favore della parità di genere, il riscatto delle donne e l’impegno costante e instancabile verso un nuovo approccio culturale anche dal punto di vista sportivo.