Dopo la splendida vittoria contro la “corazzata” Venezia Fc, il Trento Calcio Femminile vuole continuare a correre: domenica (calcio d’inizio alle ore 14.30) a Monfalcone la compagine di Max Spagnolli affronterà la Triestina, quinta in classifica, nel match valevole per la terza giornata del girone di ritorno – la 18esima stagionale – del campionato di serie C.
Torresani e compagne, seconde in classifica a meno quattro dalla capolista Vicenza – sono ancora imbattute in trasferta.
Sino a questo momento il Trento Calcio Femminile ha disputato 8 partite, conquistando 18 punti in virtù di 5 successi (contro Padova, Isera, Atletico Oristano, Vicenza e Mittici) e 3 pareggi (contro Venezia Fc, Vfc Venezia e Brixen) con uno score complessivo di 15 reti realizzate e 8 subite.
La Triestina, invece, in casa ha giocato 8 gare, raccogliendo complessivamente 10 punti per effetto di 3 vittorie (contro Jesina, Spal e Bologna), 1 pareggio (contro il Brixen) e 4 sconfitte (contro Riccione, Venezia Fc, Portogruaro e Vicenza), con uno score complessivo di 13 reti realizzate e 18 subite.

Le scelte del tecnico gialloblu.
Mister Spagnolli dovrà fare a meno solamente di Erlicher e ha convocato 19 giocatrici.

Le parole di mister Max Spagnolli.
“La squadra sta bene, è in salute ed è pronta ad affrontare una sfida molto impegnativa contro un’avversaria di assoluto valore quale è la Triestina. Le nostre avversarie sono partite con in freno a mano in un angolo, ma poi sono state capaci d’infilare 7 successi consecutivi e il quinto posto in classifica è tutt’altro che casuale. Noi siamo reduci dalla splendida vittoria contro il Venezia e vogliamo proseguire su questa strada: le prossime tre gare, contro Triestina, Padova e Jesina saranno difficili ma, allo stesso tempo, ci potranno dire “chi siamo” e a cosa possiamo ambire. Ho a disposizione praticamente tutto l’organico e, dunque, possibilità di scelta in ogni reparto. Sarà una trasferta molto lunga, ma non ci sono alibi, anzi: abbiamo una gran voglia di continuare a correre”.

Le nostre avversarie.
Espressione femminile della Triestina, una delle realtà storiche del Nord Est calcistico, la compagine alabardata milita per il secondo anno di fila nel campionato di serie C. Nella scorsa stagione le biancorosse hanno centrato una tranquilla salvezza grazie ad una seconda parte di torneo in crescendo. Sulla panchina friulana siede Fabrizio Melissano e le elementi di spicco dell’organico sono le centrocampiste Federica Tortolo (classe 1997, 4 reti per lei) e Luisa Useniche (classe 1992, 4 reti realizzate) e le attaccanti Sofia Del Stabile (classe 1998, capocannoniere della squadra con 6 marcature) e la trentenne Michela Zanetti (4 gol realizzati).
Il colori sociali della Triestina sono il bianco e il rosso e la compagine giuliana disputa le gare interne allo stadio “Del Bianco” di Monfalcone.

La terna arbitrale.
A dirigere la sfida tra Triestina e Trento Calcio Femminile sarà Dario Duzel appartenente alla sezione di Castelfranco, coadiuvato dagli assistenti arbitrali Ely D’Adamo e Alessia Sala Diongue, appartenenti rispettivamente alle sezioni di Trieste e Gradisca d’Isonzo.