A stagione iniziata arrivano i primi scontri e, di conseguenza, i primi risultati; quello de Su Planu, squadra sarda recentemente passata in serie C, non è dei migliori: è infatti arrivato il risultato di 4 a 1 a vantaggio di una Fiamma Monza avversaria durante lo scontro tra le due il giorno 11 settembre al Sada per la prima della stagione. La Fiammamonza, squadra che si è quasi completamente rinnovata da poco tempo, ha presentato una rosa nella quale solo sette veterane giocatrici sono state confermate.

Merito del Planu il grande impegno dal primo all’ultimo minuto di gioco: al primo half si porta in vantaggio la squadra avversaria, ma le leonesse rispondono con un goal su punizione di Marta Serra che chiude il cerchio momentaneo; inizia il secondo tempo: le sarde attaccano subito duramente e cercano di centrare la porta, tanto che saranno minuti quasi interminabili, fatti di innumerevoli tiri in porta avversaria. Le brianzole, però, rientrano con decisione in partita, ma le leonesse danno del filo da torcere e sfiorano il secondo goal con un altro palo colpito da Christina Carboni Tonga che si presenta sola davanti all’estremo difensore. Negli ultimi minuti le avversarie centrano per ben due volte la porta, volte successive ad un altro tiro andato a buon fine della stessa giocatrice che ha inizialmente indirizzato la squadra verso il vantaggio, portandosi a casa il pallone della gara e aggiungendo una tripletta alla sua quota calcistica. Il coach Panarello a proposito della gara: “È lo scotto da pagare per una squadra giovane come la nostra. Ripartiremo dalle tante cose belle fatte e dagli errori. In questa categoria l’errore spesso lo paghi a caro prezzo. Nulla è compromesso il nostro obiettivo passa anche da queste sconfitte.”

La squadra sarda ha sicuramente tutto il tempo per rifarsi e migliorare; le leonesse lo sanno: non è sicuramente il momento di buttarsi giù, anche perché le aspetta la prossima sfida.

Nata a Cagliari, del '97. Perito industriale capotecnico, insegnante tecnico pratica di chimica con il calcio e la pallavolo nel cuore fin da quando ero bambina. Difficilmente mi perdo una partita (di genere maschile o femminile che sia): con le ragazze della nazionale femminile ho imparato ad apprezzare ancora di più questo sport. Quella per la musica è un'altra mia forte passione.