Una finale con l’amaro in bocca: sfuma sul più bello, per il Milan femminile, l’appuntamento con il primo trofeo della sua storia. A Frosinone è la Juventus ad imporsi, in rimonta, per 2-1 nella Finale di Supercoppa Italiana: allo splendido vantaggio firmato da Grimshaw a fine primo tempo le bianconere hanno risposto prima con uno sfortunato autogol di Bergamaschi e poi, a un minuto dal 90′, con un colpo di testa di Girelli. Nel mezzo una severa espulsione, per doppia ammonizione, a Codina che ha costretto il Milan in inferiorità numerica per 40 minuti.

Un risultato che non rende merito alla prova delle rossonere: coraggiosa e perfetta nel primo tempo, contro una delle migliori squadre d’Europa e dominatrice totale nelle ultime stagioni italiane; accorta e ordinata in una ripresa dove, prima del gol decisivo di Girelli, i pochi tentativi bianconeri avevano comunque trovato un’attenta Laura Giuliani. Un esito da mettere alle spalle in una stagione che si appresta a ripartire in campionato e Coppa Italia: il futuro immediato propone la trasferta contro l’Hellas Verona sabato 15, poi il doppio appuntamento con la Sampdoria tra Serie A e andata dei Quarti di finale di Coppa Italia. Forza ragazze.

LA CRONACA
Squadra che vince non si cambia per Mister Ganz, che propone lo stesso undici titolare visto mercoledì in Semifinale contro la Roma. Tanto equilibrio in avvio: se Giuliani è reattiva al 3′ su Caruso, le rossonere si fanno vedere dalle parti di Peyraud-Magnin con Bergamaschi al 13′ e Adami da fuori al 16′. Col passare del tempo è il Milan a crescere in campo: al 35′ grande progressione di Adamiche però non vede il taglio di Thomas, un minuto dopo è la stessa Lindsey in tap-in a impegnare l’estremo difensore bianconero. Il meritato vantaggio rossonero arriva in chiusura di primo tempo. Corner mancino, in pieno recupero, di Tucceri Cimini che pesca il colpo di testa di Grimshaw per l’1-0 Milan.

La ripresa parte nel peggiore dei modi, con il pareggio bianconero: Bonansea avanza sulla destra e mette in mezzo per Hurtig, Bergamaschi l’anticipa ma mettendo sfortunatamente in porta alle spalle di un’incolpevole Giuliani. Proprio la numero 7 rossonera ha una grande chance per rifarsi un minuto dopo: al 51′ sponda di Piemonte per Valentina, che centra la traversa. Al 54′ l’episodio che cambia il match, con Codina che rimedia un severo doppio giallo per un fallo a centrocampo su Caruso. La superiorità numerica porta la Juventus a insistere in avanti, ma il Milan si difende gagliardamente con ordine: il tentativo migliore è quello di Girelli su punizione all’86’, ma Giuliani è strepitosa a volare all’angolino a respingere. Due minuti dopo, però, crolla il fortino rossonero: proprio Girelli va a segno di testa sugli sviluppi di un corner, con Giuliani e Árnadottir che non riescono ad arrivare sul pallone. In pieno recupero da segnalare un contatto in area su Thomas, che però si vede fischiare fallo in attacco. Finisce 2-1.

IL TABELLINO

JUVENTUS-MILAN 2-1

JUVENTUS (4-3-2-1): Peyraud-Magnin; Boattin, Gama, Lenzini, Lundorf Skovsen; Caruso (38′ st Staskova), Pedersen (46′ st Zamanian), Rasucci; Hurtig (28′ st Cernoia), Bonansea; Girelli. A disp.: Aprile; Hyyrynen, Nilden, Grosso, Pfattner, Panzeri. All.: Montemurro.

MILAN (3-4-3): Giuliani; Codina, Agard, Fusetti; Bergamaschi, Adami, Grimshaw (38′ st Árnadottir), Tucceri Cimini; Thomas, Piemonte (28′ st Longo), Guagni. A disp.: Babb, Fedele; Thrige; Dal Brun, Premoli, Selimhodzic; Miotto. All.: Ganz.

Arbitro: Ferrieri Caputi di Livorno
Gol: 45’+1 Grimshaw (M), 5′ st aut. Bergamaschi (J), 44′ st Girelli (J).
Ammoniti: 38′ Codina (M), 31′ st Giuliani (M), 50′ st Ganz dalla panchina (M).
Espulsa: 9′ st Codina (M) per doppia ammonizione.

Credit Photo: Andrea Amato

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here