Nella conferenza stampa pre-finale della 25° edizione della Supercoppa Italiana Femminile i due tecnici : Joe Montemurro e Maurizio Ganz si sono amichevolmente confrontati con i media, dopo il loro lavoro per giungere fino a questa finale, per dare la loro opinione sulla competizione e su tutto il movimento.

Nella prima parte Maurizio Ganz ha espresso la sua opinione, facendo il confronto tra il campionato e questa finale contro la Juventus, dove “per essere superiori alla Juve occorre non sbagliare nulla, abbiamo fatto una bellissima gara contro le bianco-nere in campionato e da quella gara dobbiamo prendere spunto per capire cosa dover fare di più. Sicuramente è difficile poiché contro questa Juventus è estremamente difficoltoso, però stiamo bene fisicamente, entreremo in campo orgogliosi di essere in finale (battendo la Roma) ed andremo a dare battaglia a questa squadra”.

Dopo la gara della semifinale, quanto cambierà il modulo di gioco non si è dato a sapere, ed il tecnico non svela nulla alla vigilia, ma aggiunge “non cambieremo poco, anzi niente, dovremmo però capire come affrontare al meglio l’incontro, dovremmo sfruttare le occasioni che riusciremo a creare e cercare di mettere la Juve in difficoltà. Ogni gara è una partita a se, domani dovremmo essere consapevoli di essere una buona squadra, con delle giocatrici che possono fare la differenza ed adesso dobbiamo pensare solo a questa finale”.

Rispetto alla scorsa stagione la crescita della squadra rosso-nera è stata notevole, la consapevolezza di poter giocare contro tutte le squadre, il Milan ha le idee chiare, “ il calcio è cambiato molto, in meglio, le mie giocatrici devono giocare per la maglia e per questa società. Con la Roma abbiamo vinto sul campo ed è questo che a me piace. Mi aspetto una Juve con grandissime qualità e tecnica e un forma che ci metterà in difficoltà anche sulle palle da fermo. Faccio i miei complimenti al collega Montemurro, da italiani in Champions ci hanno fatto sognare, lo dico da tifoso italiano (se poi ci lasciassero qualcosa anche a noi..) che in Europa ci rende felici. La Juve ha fatto questo salto di qualità e tocca anche a noi farlo di partita in partita”.

Joe Montemurro dopo la gara contro il Sassuolo ha avuto poco tempo per preparare la squadra, sono stati momenti difficili e lo ammette: “senza scuse siamo qui per fare la migliore prestazione, adesso un pò di lavoro è stato fatto e stiamo meglio, stiamo preparando la finale nel migliore dei modi. Ci aspettiamo un Milan che è cresciuto, grazie ad un mister che ha fatto bene, è ben organizzata e dobbiamo con rispetto fare il nostro gioco”.

Dal prossimo campionato, il calcio femminile farà il grande passo al professionismo, cosa portano queste gare ed un tecnico Europeo come Montemurro illustra questa situazione: “ovviamente siamo pronti a fare questo salto, l’ho visto giocando in serie A contro grandi squadre, il professionismo ci darà la fiducia ed i contratti per tutte le ragazze. Dobbiamo giocare al livello Europeo, e secondo me siamo vicini a questo.

A livello fisico siamo a diverso livelli, poiché alcune giocatrici stanno lavorando sul carico individuale dopo il rientro a causa Covid, la prestazione contro il Sassuolo non è stata al massimo livello ma il gruppo ha l’entusiasmo giusto per questa competizione.

Cernoia e Bonfantini stanno rientrando, con continuità al gruppo, l’esperienza del gruppo per questa finale (per me la prima in Italia) hanno le basi ci sono ed il livello in campo è buono da qui si parte per il nostro lavoro per ogni partita.

Un 2022 che è incominciato qui da Frosinone, in uno stadio meraviglioso, e spero che tutte le squadre femminile avranno uno stadio come questo per giocare a calcio. La Società del Frosinone Calcio ci ha ospitato, e ne siamo grati di questo, per questo grande torneo”.

Tutto è pronto per questa grande manifestazione che porterà spettacolo e pubblico, per questa edizione a causa del delicato momento che stiamo attraversando la Regione Lazio, l’ USL ed il Comune di Frosinone e poiché fuori dallo Stadio “Benito Stirpe” ci sarà la possibilità di vaccinarsi, anche senza la prenotazione, questo per la sicurezza di tutti i tifosi ed i cittadini. Una scelta di cuore che dovrà unire tutti in questa bellissima iniziativa.

Paolo Comba, giornalista pubblicista iscritto all' ordine di Torino, ho conseguito il tesserino da Giornalista collaborando da prima con quotidiani on line ( settore calcistico giovanile : “11 giovani.it” e “gioca a calcio.it", in Piemonte) per entrare, successivamente, in redazione a Torino del settimanale cartaceo di “ Sprint&Sport" e Terzo Tempo (settore calcistico dilettantistico Regione e Nazionale - Professionistico – Serie D). Collaboro dal 2018 con RCS Sport per il Giro d' Italia (seguendolo in tutte le tappe) e nel Giro 103 ho collaborato come addetto stampa per quotidiani on line di ciclismo ( bikenews ). Appassionato di Sci alpino e nordico segue gare Mondiali e Coppa del Mondo dal 2000. Credo che il CALCIO FEMMINILE ITALIANO sia un movimento in grande crescita e debba avere le stessa visibilità del mondo “ maschile", pertanto, contribuisco a questo grande obbiettivo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here