Verona – Una grande serata di musica, solidarietà e impegno sociale, accompagnata dal divertimento di una partita di calcio che ha visto protagonisti, oltre alle ragazze di Hellas Verona Women e Chievo Valpo, anche tanti ospiti del mondo della musica, del calcio e della città di Verona.

Hanno aperto la serata le due conduttrici Laura Peloso ed Elisabetta Gallina, che hanno scaldato l’Olivieri e presentato l’iniziativa. ‘Il cuore in campo contro la violenza’ è nata infatti nell’ambito del progetto educativo “Un angelo di nome Fortuna” dell’Associazione Nazionale Italiana Cantanti ed è quindi stata patrocinata dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, dal comune di Verona, dalla FIGC e dall’AIC, con la fondamentale collaborazione del Progetto Quid ma anche dell’Associazione Isolina e…, dell’Istituto Scolastico Seghetti e di USacli per promuovere l’attività di Telefono Rosa. Insieme alle due presentatrici tante autorità hanno portato i loro saluti, tra loro il ‘Papà del gnocco’ e le altre maschere veronesi, il Sindaco del Comune di Verona Federico Sboarina, trequartista nella formazione gialloblù di mister Sara Di Filippo, Damiano Tommasi, Presidente dell’AIC e anche lui in maglia Hellas per l’evento, e Gianluca Pecchini, direttore generale della Nazionale Cantanti.

Dear JackPierdavide Carone, che si sono poi divisi fra le due squadre al momento del fischio d’inizio, hanno suonato durante il riscaldamento la canzone ‘Caramelle’, che piange e combatte assieme la piaga della violenza su donne e minori, tema al centro della serata. Nel giorno della festa della donna questo è stato il messaggio per cui tutti hanno giocato, messo in campo il cuore, ma anche speso momenti di riflessioni.

In campo con le due squadre anche i Dear JackLuca Fainello dei Sonohra, il sindaco Federico Sboarina, l’assessore Filippo Rando e gli ex calciatori Damiano TommasiFabio MoroEmiliano BonazzoliLuciano Siqueira de OliveraStefano Fattori e Sergio Guidotti.

Alle 18.30 il via alla gara, che ha animato l’Olivieri per 90′. Risultato finale di 2-2, con doppietta di Francesco Pierozzi dei Dear Jack per il Chievo Valpo e reti di Damiano Tommasied Elena Nichele per l’Hellas Verona. Nell’intervallo è stato Paolo Vallesi, sostituito al 5′ del primo tempo, a intrattenere i tanti spettatori presenti con la sua musica. A fine gara ogni giocatrice ha ricevuto una mimosa, nel gesto più semplice e riconosciuto nel giorno dell’8 marzo. Il messaggio fortissimo, partito dalla conferenza con Gessica Notaro, vuole arrivare a tutti: basta violenza su donne e minori. Una partita di sensibilizzazione, una serata di cuore e divertimento, perché ogni giorno si possa combattere questa piaga.

Credit Photo: Hellas Verona Women

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here