L’ultimo riconoscimento personale della 30enne è stato annunciato dalla Federcalcio Sudcoreana. Ji So-yun aveva già vinto il premio nel 2010, 2011, 2013, 2014 e 2019. Il suo ultimo premio arriva in un anno che l’ha vista diventare il capocannoniere di tutti i tempi per la Corea del Sud con 61 gol in 125 presenze. Ha superato il precedente record di 58 gol dell’attaccante sudcoreano Cha Bum-kun durante la vittoria per 12-0 delle qualificazioni alla Coppa d’Asia 2022 contro la Mongolia a settembre.

Per il suo club, Ji So-yun ha aggiunto ulteriore argenteria alla sua collezione personale nel 2021 sotto forma di un altro titolo della Barclays FA Women’s Super League insieme alle medaglie delle vincitrici della FA Women’s Continental League Cup e della Vitality Women’s FA Cup.

Il centrocampista ha anche partecipato alla prima finale di UEFA Women’s Champions League per i Blues, perdendo 4-0 contro l’FC Barcelona a Göteborg a maggio.

Il premio di Giocatore dell’anno di Ji So-yun arriva pochi giorni dopo che il capitano del Chelsea Magda Eriksson è stata nominata difensore dell’anno della Svezia per il 2021. Il difensore centrale ha vinto il premio per il secondo anno consecutivo con Eriksson che è stato nominato difensore dell’anno nel 2020 così come ricevendo il Diamond Ball per essere stato il miglior giocatore in assoluto in quell’anno.

Paolo Comba, giornalista pubblicista iscritto all' ordine di Torino, ho conseguito il tesserino da Giornalista collaborando da prima con quotidiani on line ( settore calcistico giovanile : “11 giovani.it” e “gioca a calcio.it", in Piemonte) per entrare, successivamente, in redazione a Torino del settimanale cartaceo di “ Sprint&Sport" e Terzo Tempo (settore calcistico dilettantistico Regione e Nazionale - Professionistico – Serie D). Collaboro dal 2018 con RCS Sport per il Giro d' Italia (seguendolo in tutte le tappe) e nel Giro 103 ho collaborato come addetto stampa per quotidiani on line di ciclismo ( bikenews ). Appassionato di Sci alpino e nordico segue gare Mondiali e Coppa del Mondo dal 2000. Credo che il CALCIO FEMMINILE ITALIANO sia un movimento in grande crescita e debba avere le stessa visibilità del mondo “ maschile", pertanto, contribuisco a questo grande obbiettivo.