La domanda su quanto vengono pagate le calciatrici varia enormemente a seconda del campionato in cui giocano e del club per cui giocano.

Molte leghe femminili di alto livello in tutto il mondo ora sono professionistiche, ma l’importo dello stipendio può variare in modo significativo.

Nella Women’s Super League in Inghilterra, si pensa che lo stipendio medio delle calciatrici sia di circa £ 30.000. Gli stipendi iniziali sono presumibilmente intorno a £ 20.000 e in passato, ci sono state segnalazioni di giocatori WSL che si sono mantenuti secondi lavori per integrare il loro reddito. Nonostante la lega sia di nome professionale, la realtà per i giocatori dei club più piccoli è che è improbabile che guadagnino così tanto.

I nomi più grandi del campionato, però, possono guadagnare molto di più. Si pensa che lo stipendio più alto delle calciatrici della WSL si estenda a circa £ 200.000, che secondo quanto riferito è guadagnato da giocatori come Sam Kerr.

Gli stipendi dei giocatori sono anche integrati dai guadagni delle squadre nazionali con un certo numero di paesi che ora pagano le loro squadre maschili e femminili allo stesso importo. Brasile, Australia e Norvegia sono solo alcuni dei paesi che si sono uniti all’Inghilterra per pagare allo stesso modo entrambe le parti. Si pensa che i giocatori inglesi guadagnino circa £ 2000 a partita con molti giocatori di entrambe le squadre che donano le loro quote di partita in beneficenza.

Negli Stati Uniti è in vigore un rigoroso tetto salariale. Anche il WSL tecnicamente ne ha uno, ma è relativamente morbido, fissato al 40% del fatturato. Nella NWSL, tuttavia, i giocatori devono essere pagati un minimo di $ 22.000, ma lo stipendio massimo è di $ 52.500. Il loro reddito può essere integrato con l’assistenza sanitaria, l’alloggio e le indennità di trasporto.

Confusamente, le squadre possono anche ricaricare gli stipendi dei giocatori da un piatto di denaro allocato, del valore di $ 400.000, o far pagare i loro giocatori dalla squadra nazionale femminile degli Stati Uniti. Il tetto salariale della NWSL è stato spesso criticato per essere fonte di confusione e portare a grandi disuguaglianze negli stipendi dei giocatori all’interno delle squadre.

Paolo Comba, giornalista pubblicista iscritto all' ordine di Torino, ho conseguito il tesserino da Giornalista collaborando da prima con quotidiani on line ( settore calcistico giovanile : “11 giovani.it” e “gioca a calcio.it", in Piemonte) per entrare, successivamente, in redazione a Torino del settimanale cartaceo di “ Sprint&Sport" e Terzo Tempo (settore calcistico dilettantistico Regione e Nazionale - Professionistico – Serie D). Collaboro dal 2018 con RCS Sport per il Giro d' Italia (seguendolo in tutte le tappe) e nel Giro 103 ho collaborato come addetto stampa per quotidiani on line di ciclismo ( bikenews ). Appassionato di Sci alpino e nordico segue gare Mondiali e Coppa del Mondo dal 2000. Credo che il CALCIO FEMMINILE ITALIANO sia un movimento in grande crescita e debba avere le stessa visibilità del mondo “ maschile", pertanto, contribuisco a questo grande obbiettivo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here