Sabato e domenica la FA ha tenuto il secondo “Weekend di calcio femminile” annuale per celebrare la Super League femminile e il Campionato femminile, mentre i principali campionati nazionali maschili sono in attesa per la pausa nazionali di novembre; mentre il Chelsea ha registrato l’ennesimo sold-out da 4.790 posti.

Bristol City – Tottenham 2-2
Il Bristol City ha avuto un paio di settimane da incubo oltre ad un inizio di stagione. I Robin sono stati costretti a giocare contro il Manchester City la scorsa settimana, nonostante abbiano perso cinque giocatrici a causa delle norme sull’isolamento del coronavirus, e poi anche l’allenatore Tanya Oxtoby è risultato positivo.
L’interruzione in corso e il personale impoverito hanno ulteriormente accatastato le probabilità dei Robins, ma hanno preso il comando nel loro scontro con il Tottenham e in seguito si sono fatti raggiungere chiudendo il risultato sul 2-2.
Gli Spurs erano la squadra più dominante in termini di possesso palla, ma le occasioni cadevano su entrambe le parti e gli ospiti hanno concluso la partita con 10 giocatrici quando Rianna Dean è stata espulsa per uno scontro il portiere del City Sophie Baggaley.

Il Bristol resta ultimo e senza vittorie, ma date le circostanze è stato un risultato enorme. La grande domanda è se Alex Morgan ha abbastanza tempo per tornare alla piena forma fisica della partita al fine di avere un impatto per gli Spurs prima che il suo accordo a breve termine scada.

Aston Villa – Birmingham City 0-1
È stato il secondo anno consecutivo in cui ci sono state una serie di partenze chiave e poco in termini di sostituzioni, ma le Blues stanno sfidando le probabilità e hanno continuato quella corsa battendo l’ Aston Villa nel primo “Second City Derby” della WSL. Il Birmingham aveva solo 13 giocatrici disponibili per la partita dopo essere stati devastati da infortuni e protocolli di coronavirus, rispetto alla squadra completa di 20 giocatrici dell’ Aston Villa che si schierava contro di loro. Ma è stato il Birmingham ad avere la meglio in una partita al Villa Park, anche se a porte chiuse, che generalmente mancava di qualità, con Claudia Walker che ha segnato l’unico gol.

Arsenal – Chelsea 1-1
Dall’inizio della stagione 2020/21 in piena forma e con una media di quasi sei gol a partita nelle prime cinque partite, l’ Arsenal ha ora perso due partite dopo aver affrontato i rivali per il titolo del Manchester United e del Chelsea nelle settimane successive.
I Gunners hanno avuto la possibilità di tornare in cima alla classifica domenica se fossero riusciti a infliggere la prima sconfitta in campionato del Chelsea della stagione ed erano così vicini a farlo.
Il Chelsea è riuscito a strappare un pareggio per 1-1 senza mai forzare una parata del portiere dell’Arsenal Manuela Zinsberger, tranne l’ultimo cross che le è passato sopra la testa per il gol del pareggio al 90′. Il Chelsea rimane imbattuto, ma entrambe le parti hanno perso l’occasione di salire in testa alla classifica WSL.

Manchester United – Manchester City 2-2
Il Manchester United è andato in testa alla WSL lo scorso fine settimana dopo una storica vittoria contro l’Arsenal. Questo fine settimana è stata la loro occasione per dimostrare nel derby di Manchester che non è stato semplicemente un caso unico e sono seri contendenti al titolo in questa stagione. Ma era un test che inizialmente la squadra di Casey Stoney stava fallendo.
Rimanendo in testa, lo United, avendo ora affrontato tutte e tre le squadre più grandi della WSL, rimane imbattuto. Solo il Chelsea può vantare quel record e ci è voluto uno strano autogol per preservarlo.
La grande vergogna in corso è che non ci potranno essere tifosi nello stadio ad assistere a una partita elettrizzante tra due squadre di alta qualità, o addirittura a nessuna delle gare di tutto il campionato.

Credit Photo: The Guardian

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here