Il Manchester United nominerà i pianificatori principali nel tentativo di modernizzare sia l’Old Trafford che il loro campo di allenamento di Carrington.

L’Old Trafford è il più grande stadio di calcio del Regno Unito con una capacità di 73.000.

Parlando a una riunione del forum dei tifosi, il direttore operativo Collette Roche ha parlato di “idee potenziali entusiasmanti“, sebbene abbia confermato che il club era “ancora in una fase iniziale“.

Il direttore sportivo John Murtough ha anche discusso della partenza di Ole Gunnar Solskjaer, licenziato a novembre, e della nomina di Ralf Rangnick come allenatore permanente.

In merito allo sviluppo dell’Old Trafford, Roche ha dichiarato: “Si sono svolti incontri iniziali con un certo numero di società di architettura e ingegneria per presentare le proprie credenziali come partner chiave del progetto. Questi incontri hanno prodotto potenziali spunti interessanti, anche se è importante notare che siamo ancora in una fase iniziale ed è prematuro parlare di orari. Abbiamo una mente aperta riguardo al miglior approccio e ambito di lavoro. Il prossimo passo sarà per noi nominare i pianificatori principali. Carrington, siamo più avanti. I pianificatori principali sono a posto. Il nostro obiettivo è una struttura di tre gruppi completamente integrata (maschile, femminile, accademia) e stiamo esaminando i piani”.

Lo United è attualmente al sesto posto in classifica dopo aver vinto le ultime tre partite sotto Rangnick. Sono cinque punti dietro l’Arsenal, quarto, anche se hanno due partite in mano.

Discutendo della decisione di esonerare Solskjaer, Murtough ha dichiarato: “Come club, sentivamo che Ole si era guadagnato il diritto di avere la possibilità di cambiare le cose, ma non ha avuto una reazione dopo la sosta per le nazionali. Il gioco Watford ha chiarito che era necessario un cambiamento. Siamo tutti delusi dalla partenza di Ole, ma merita di essere giudicato per il suo record negli ultimi tre anni, non per le ultime settimane. Si è assicurato i nostri primi tre piazzamenti consecutivi da quando Sir Alex si è ritirato ed era vicino a vincere l’argenteria. Ha reimpostato la cultura del club. Per rispetto nei confronti di Ole, non abbiamo contattato altri manager prima che se ne andasse. Il nostro piano era quindi di nominare un manager ad interim esperto. Ralf è stata la nostra chiara prima scelta. È una persona che ammiro da molto tempo, siamo felici che sia qui. Portando Ralf ora possiamo prenderci del tempo per eseguire un processo completo per il nostro prossimo manager permanente. Reclutare un allenatore è una delle decisioni più importanti che una società di calcio prende, quindi vogliamo farlo in modo attento e ponderato”.

 

Paolo Comba, giornalista pubblicista iscritto all' ordine di Torino, ho conseguito il tesserino da Giornalista collaborando da prima con quotidiani on line ( settore calcistico giovanile : “11 giovani.it” e “gioca a calcio.it", in Piemonte) per entrare, successivamente, in redazione a Torino del settimanale cartaceo di “ Sprint&Sport" e Terzo Tempo (settore calcistico dilettantistico Regione e Nazionale - Professionistico – Serie D). Collaboro dal 2018 con RCS Sport per il Giro d' Italia (seguendolo in tutte le tappe) e nel Giro 103 ho collaborato come addetto stampa per quotidiani on line di ciclismo ( bikenews ). Appassionato di Sci alpino e nordico segue gare Mondiali e Coppa del Mondo dal 2000. Credo che il CALCIO FEMMINILE ITALIANO sia un movimento in grande crescita e debba avere le stessa visibilità del mondo “ maschile", pertanto, contribuisco a questo grande obbiettivo.