Il gruppo di tifosi del Manchester United ha sospeso l’account dopo i messaggi offensivi in ​​risposta al post sullo striscione arcobaleno permanente all’Old TraffordI proprietari di Instagram Meta affermano che l’account ripristinato è stato rimosso per errore

Il gruppo di tifosi LGBTQ+ ufficialmente riconosciuto del Manchester United ha chiesto a Instagram di scusarsi dopo che il suo account è stato sospeso il giorno dell’attivazione di Rainbow Laces.

L’account Rainbow Devils è stato rimosso dopo che un post che annunciava uno striscione arcobaleno appena installato all’Old Trafford ha ricevuto un gran numero di risposte offensive.

Il gruppo ha accusato i proprietari di Instagram Meta di “prendersi dalla parte di… haters”, ma in seguito Meta ha ripristinato l’account e ha detto a Sky Sports News che era stato rimosso per errore.

Rainbow Devils ha quindi rilasciato una seconda dichiarazione chiedendo scuse pubbliche e un approccio più proattivo da parte dei giganti della tecnologia nell’affrontare i post offensivi.

La dichiarazione recita: “A seguito della nostra prima dichiarazione su Instagram che disabilita l’account di Rainbow Devils, il fangroup LGBTQ+ ufficialmente riconosciuto del Manchester United, siamo molto lieti di vedere che il nostro account è stato reinstallato. Resta il fatto, tuttavia, che non avrebbe mai dovuto essere rimosso. Siamo molto grati per il supporto del Manchester United e degli alleati nei media che ci hanno aiutato a far notare Instagram, ma non avremmo dovuto aver bisogno di questo aiuto e siamo preoccupati per coloro nella nostra comunità che affrontano quotidianamente discriminazioni e non possono invitare alleati influenti a sostenerli. Chiediamo a Instagram di scusarsi pubblicamente, di decidere di non permettere che ciò accada di nuovo a nessun gruppo di minoranza e di rimuovere in modo proattivo tutte le risposte omofobe ai nostri post”.

Sky Sports News ha contattato i proprietari di Instagram Meta per una risposta alla seconda dichiarazione.

La dichiarazione iniziale recitava: “Ore dopo che il Manchester United FC ha svelato il nuovo striscione all’Old Trafford a sostegno del suo gruppo di fan LGBTQ+ ufficialmente riconosciuto, Rainbow Devils, Instagram ha risposto sospendendo l’account Rainbow Devils. Oggi il Manchester United FC ha annunciato di aver installato uno striscione permanente sul campo a sostegno della campagna Rainbow Laces, una storia che è stata condivisa sia sugli account dei social media del club che su quelli dei Rainbow Devils.

“Mentre ci sono stati molti messaggi di supporto, ci sono state anche migliaia di risposte omofobe, inclusi post che minacciavano di denunciarci. Evidentemente, queste segnalazioni hanno avuto successo poiché Instagram ha disabilitato l’account Rainbow Devils. Gruppi di tifosi come Rainbow Devils esistono per fornire supporto alla comunità calcistica lesbica, gay, bi e trans e ai nostri alleati per aiutare a creare un ambiente accogliente e inclusivo nel gioco e un rifugio sicuro dagli odiatori che ci discriminano. Oggi, Instagram si è schierato con quegli odiatori e ha scelto di rimuoverci dalla sua piattaforma. Rainbow Devils chiede a Instagram di ripristinare immediatamente l’account e di scusarsi per il dolore che ha causato agli appassionati di calcio LGBTQ+ e di assicurarsi che ciò non accada di nuovo”.

Dopo che Sky Sports News ha contattato i proprietari di Instagram Meta per un commento, un portavoce dell’organizzazione ha dichiarato: “Abbiamo rimosso l’account per errore e lo abbiamo immediatamente ripristinato non appena siamo stati informati dell’errore“.

Paolo Comba, giornalista pubblicista iscritto all' ordine di Torino, ho conseguito il tesserino da Giornalista collaborando da prima con quotidiani on line ( settore calcistico giovanile : “11 giovani.it” e “gioca a calcio.it", in Piemonte) per entrare, successivamente, in redazione a Torino del settimanale cartaceo di “ Sprint&Sport" e Terzo Tempo (settore calcistico dilettantistico Regione e Nazionale - Professionistico – Serie D). Collaboro dal 2018 con RCS Sport per il Giro d' Italia (seguendolo in tutte le tappe) e nel Giro 103 ho collaborato come addetto stampa per quotidiani on line di ciclismo ( bikenews ). Appassionato di Sci alpino e nordico segue gare Mondiali e Coppa del Mondo dal 2000. Credo che il CALCIO FEMMINILE ITALIANO sia un movimento in grande crescita e debba avere le stessa visibilità del mondo “ maschile", pertanto, contribuisco a questo grande obbiettivo.