L’ allenatore dell’Arsenal Women , Jonas Eidevall, crede che il calcio internazionale abbia bisogno di una scossa per evitare margini di vittoria schiaccianti che rischiano di scoraggiare il pubblico in rapida crescita.

Martedì sera l’ Inghilterra ha vinto 10-0 in una gara di qualificazione ai Mondiali contro la Lettonia, cosa che difficilmente può essere descritta come un’anomalia dato che ha battuto il Lussemburgo con lo stesso punteggio a settembre, quattro giorni dopo aver battuto 8-0 la Macedonia del Nord.

Eidevall ha osservato questo schema con interesse e, sebbene non desideri vedere i paesi in via di sviluppo frenati, ritiene che sia necessaria una ristrutturazione per rendere i giochi più significativi.

Il manager vuole “qualità sulla quantità” dopo la grande vittoria dell’Inghilterra.

“Il calcio è noioso quando il punteggio diventa così – non penso che sia divertente da guardare”, ha detto JoasAllo stesso tempo capisci la necessità di far crescere il calcio femminile, che abbiamo bisogno di tante nazioni partecipanti, ma forse potresti farlo in un altro formato.

“Alla fine beneficiamo tutti di partite competitive e personalmente, e penso anche i giocatori, preferiscono la qualità alla quantità. Forse è meglio giocare meno partite in nazionale, con più qualità e più intensità. È meglio per il pubblico, i giocatori e lo sviluppo del gioco. Penso che forse abbiamo bisogno di vedere come possiamo strutturarlo in modo un po’ diverso; con crescente interesse e pubblico, meritano anche di vedere giochi entusiasmanti. Queste discrepanze sono in parte dovute al fatto che il turno preliminare di qualificazione, che vedeva le nazioni più piccole l’una contro l’altra, è stato eliminato. Eidevall ha anche sottolineato che il percorso per i giovani giocatori nel calcio internazionale senior potrebbe essere più agevole.

“Non ci sono tornei under 21 per la squadra nazionale, quindi è davvero difficile per le nazioni più piccole colmare il divario dall’under 19 alla squadra completa”, ha detto. “Credo che sia responsabilità dell’Uefa colmare questo divario in un modo migliore e creare coefficienti, competizioni e teste di serie che abbineranno paesi di livelli simili tra loro pur essendo in grado di competere pienamente per raggiungere i tornei finali”.

Vivianne Miedema è stata risparmiata nella vittoria dell’Olanda in Bielorussia martedì e Eidevall ha detto che sarebbe stata assente anche dalla semifinale di FA Cup di domenica contro il Brighton a Boreham Wood.

L’attaccante è stata tra quelle ad avere un pre-campionato troncato, dopo le Olimpiadi, e l’Arsenal continuerà senza di lei la sua inclinazione a vincere il trofeo per la 15a volta.

Lodando una “perfetta collaborazione” con l’organizzazione olandese, Eidevall ha dichiarato: “Dobbiamo far riposare Viv a volte se vogliamo la sua versione migliore. Questo era il momento di farlo. Sono davvero contento della decisione dei Paesi Bassi e penso che andrà a loro vantaggio, Viv e noi a lungo termine”.

Paolo Comba, giornalista pubblicista iscritto all' ordine di Torino, ho conseguito il tesserino da Giornalista collaborando da prima con quotidiani on line ( settore calcistico giovanile : “11 giovani.it” e “gioca a calcio.it", in Piemonte) per entrare, successivamente, in redazione a Torino del settimanale cartaceo di “ Sprint&Sport" e Terzo Tempo (settore calcistico dilettantistico Regione e Nazionale - Professionistico – Serie D). Collaboro dal 2018 con RCS Sport per il Giro d' Italia (seguendolo in tutte le tappe) e nel Giro 103 ho collaborato come addetto stampa per quotidiani on line di ciclismo ( bikenews ). Appassionato di Sci alpino e nordico segue gare Mondiali e Coppa del Mondo dal 2000. Credo che il CALCIO FEMMINILE ITALIANO sia un movimento in grande crescita e debba avere le stessa visibilità del mondo “ maschile", pertanto, contribuisco a questo grande obbiettivo.