Erika Vasquez, Athletic Club Bilbao
Erika Vasquez, Athletic Club Bilbao

Nella peggiore stagione della sua storia, l’Athletic Club di Bilbao sceglie la continuità della sua attaccante Erika Vázquez, che a 38 anni raggiunge le 17 stagioni con la maglia delle leonas. Erika ha firmato il rinnovo fino al 30 giugno 2022, ha già vinto 3 titoli nel 2004-05, 2006-07 e 2015-16 ed è la massima goleador del club basco con 261 reti.
In questa stagione, potrebbe superare anche il record di presenze con la maglia basca dato che a 401 partite ufficiali, è ad una sola presenza dalla sua allenatrice Iraia Iturregi e a 12 da Eli Ibarra che detiene il record. Dopo essere cresciuta nel Lagunak di Barañain, ecco l’esordio con la maglia dell’Athletic datato 20 giugno 2004 contro le nordirlandesi del Newtownabbey Strikers nella Women’s Champions League. Un grande esordio dato che il risultato finale fu di 10-3 per le ragazze di Bilbao. Nel 2007-08 riuscì a segnare 7 reti in una partita nella partita tra Athletic e le maltesi del Birkirkara valida sempre per la massima competizione europea.
Oltre al rinnovo ecco anche gli acquisti. Dopo gli addii di Barbara Latorre, Nahikari Garcia e Lucia Rodriguez, la Real Sociedad saluta anche Sun Quiñones e Itxaso, che passano alle rivali dell’Athletic. Questo cambio di maglia non succedeva da diversi anni, addirittura 4, che nessuna calciatrice della Real Sociedad arrivava all’Athletic. L’ultima fu Maria Diaz Cirauqui ad andare da San Sebastian a Bilbao. La Real cresceva e l’Athletic perdeva colpi. Quest’anno invece, sembra che la squadra che è arrivata quinta nella scorsa stagione e che ha vinto la Coppa della Reina nel 2019, si stia frantumando. Sun Quiñones, da sette anni txuri-urdin e Itxaso Uriarte, dieci anni alla Real Sociedad, capitana della squadra, arrivano a Bilbao. Ben 10 solo le calciatrici che hanno lasciato la Real Sociedad quest’estate. L’Athletic ha invece salutato le calciatrici Marta Perea, María Díaz Cirauqui, Jone Ibáñez hanno salutato la squadra.
Andere Leguina, Andrea Sierra e Leia Zárate hanno deciso di appendere le scarpe e dare l’addio al calcio. Ma non è facile trovare calciatrici di talento con la politica di tesserare solamente giocatrici basche. L’allenatrice Iraia Iturregi dichiara a Radio Popolare: “Con la rosa attuale, non saremo tra le cinque squadre migliori. Cercheremo di portare a Bilbao  ragazze da altre squadre e dare opportunità alle calciatrici della squadra filiale”. Oguiza e Arana, dalla filiale, nella passata stagione, hanno avuto protagonismo nella prima squadra, mentre Amaiur Sarriegi andò alla Real Sociedad prima di iniziare a giocare con l’Athletic dopo essere cresciuta nell’Athletic B.
Le leonesse sono arrivate undicesime, si tratta dell’annata peggiore della propria storia. Il peggior risultato era stato un quinto posto nel 2019-20 a campionato sospeso. Mentre quest’anno ci sono stati tanti record negativi: 60 goal subiti (precedente record negativo 46), più sconfitte che vittorie, solo 11 punti sopra la retrocessione. E quella sconfitta per 8-0 contro il Barcellona che grida vendetta. Ma certamente ora le leonesse non hanno la squadra per competere contro le campionesse europee blaugrana. A Iraia Iturregi il compito di trovare la quadra per riuscire a lottare per un posto nella Women’s Champions League anche se Atlético Madrid e Real Madrid si sono rinforzate e solo Real Sociedad, Madrid CFF e Levante sembrano indebolite dal saccheggio da parte degli altri club. Al campo l’ardua sentenza…

Photocredit:

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here