Esordio perfetto quello visto in campo domenica contro l’Australia, dove le ragazze italiane hanno messo tanto cuore, tutta la passione italiana e portato in campo testa e concentrazione, ottenendo un buon gioco e il risultato più positivo contro, probabilmente, la più quotata del girone C, raggiungendo il momentaneo primo posto in Classifica.

Adesso tutto si mette in gioco per il passaggio del turno. Il Brasile ha fatto il suo risultato con la tripletta di Cristiane contro la Giamaica, costringendo l’Australia a vincere proprio contro le sudamericane nella partita di giovedì. La nostra Nazionale, invece, andrà ad affrontare la squadra giamaicana nella giornata di venerdì già conscia del risultato dell’altra partita del girone, pronta a cogliere l’occasione, in caso di vittoria, di mantenere il primo posto nel proprio girone in vista dell’ultima gara il martedì successivo con le brasiliane.

A differenza della formazione australiana, quella giamaicana non rientra attualmente tra le prime 25 squadre al mondo per la FIFA, ma questo non vuol dire che non siano da temere e che sarà una partita facile. La Giamaica è cresciuta molto negli ultimi anni, grazie alla dedizione e alle lotte messe in atto dal proprio allenatore e da alcuni membri della Federazione che hanno creduto e combattuto perché il calcio femminile si affermasse e si sviluppasse anche in Giamaica. E’ stato attuato un lavoro di crescita sulle ragazze, alcune delle quali hanno avuto la possibilità di entrare nelle formazioni dei college nordamericani, dove si sono potute migliorare e successivamente, riportare in patria tutti gli insegnamenti ottenuti in uno dei massimi campionati al mondo per il calcio femminile. Tutto ciò ha fatto sì, unito al lavoro dello staff della Nazionale, che la Giamaica conquistasse, prima, il terzo posto alla CONCACAF Women’s Championship nel 2018 e da ultimo, la qualificazione ai Mondiali per la prima volta nella storia di questa Nazione. Oltre alle esperienze nordamericane, alcune di queste ragazze le abbiamo viste anche nel nostro Campionato in quest’ultima Stagione 2018/2019 tra le fila di formazioni di Serie A.

Non sono dotate di individualità di spicco, ma portano in campo tanto fisico, tanta corsa ed un’inesauribile energia. Questo porta la formazione giamaicana ad essere sempre combattiva per tutta la durata della gara. Il modulo schierato è di base un 4-3-3 con la possibilità, vista nelle partite di qualificazione e amichevoli pre-mondiali, di un 4-2-3-1, con più copertura centrale davanti alla difesa, pur sempre mantenendo la forte spinta esterna con la romanista Carter e Matthews, volte al riferimento centrale della propria bomber Khadija Shaw. In difesa troviamo al centro la giocatrice della Roma A.Swaby che guida il reparto difensivo insieme alla Capitana Konya Plummer.

La Nazionale italiana dovrà essere brava a prendere in mano il gioco da subito, impostando le proprie trame di gioco tecnico, controllando il gioco a centrocampo. Potrà approfittare della non sempre corretta organizzazione di gioco, specie del reparto difensivo giamaicano, per liberare le nostre esterne, rapide e intelligenti a cogliere gli spazi liberi e le defezioni della linea difensiva. La nostra solida linea difensiva, unita alla sicurezza in porta, dovrà dare fiducia a tutta la squadra, in modo da potersi dedicare alla fase offensiva in tranquillità senza preoccuparsi di eventuali ripartenze in velocità delle esterne giamaicane.

Appuntamento quindi a domani venerdì 14/06/2019 per la seconda gara della Nazionale italiana, tutti a tifare per il raggiungimento del sogno di queste ragazze e di tutto il movimento del calcio femminile italiano!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here