“Organizzazione, compattezza di squadra e disponibilità al sacrificio di tutte le giocatrici: così si possono ottenere grandi risultati”. Milena Bertolini indica la strada alle sue calciatrici in vista del doppio impegno contro Svizzera e Romania, nelle ultime due sfide dell’anno (in programma venerdì 26 e martedì 30 novembre) che potrebbero rappresentare uno spartiacque nel percorso della Nazionale femminile verso i prossimi Mondiali, visto che – come ha sottolineato la stessa Ct nella conferenza stampa di inizio raduno a Coverciano – “insieme ad elvetiche e rumene, siamo le tre squadre in lotta per i primi due posti nel girone”.

Una missione non semplice, resa ancora più complicata dalle defezioni azzurre: oltre a Valentina Cernoia, infortunatasi nel match di Women’s Champions League, Bertolini deve fare a meno anche di Elisa Bartoli e Arianna Caruso, risultate positive al tampone di ieri sera. “Sarà una settimana intensa – ha proseguito la Ct – in cui mancheranno giocatrici di livello, ma purtroppo non siamo certo avulsi dal contesto in cui viviamo”. Al posto delle tre indisponibili, l’allenatrice delle Azzurre ha chiamato le interiste Maria Teresa Pandini e Flaminia Simonetti, oltre a Norma Cinotti dell’Empoli.

Venerdì, a dare una mano alle ragazze di Bertolini contro la Svizzera (calcio d’inizio ore 17,30, diretta tv su Rai2) ci sarà la spinta del pubblico di Palermo: “Sono contenta di tornare al sud: qui ci sono tantissime potenzialità per il calcio femminile e tante bambine e ragazze, per motivi culturali o impiantistici, non hanno proseguito nel loro percorso calcistico. La Nazionale deve avere anche questa funzione di promozione per tutto il movimento al Sud”.

Infine un appunto sull’impresa europea della Juventus nell’ultimo impegno in casa del Wolfsburg: “Ho fatto i complimenti alle ragazze bianconere. È stata una partita storica per tutto il calcio femminile italiano: finalmente le nostre squadre iniziano a competere alla pari con le superpotenze europee”.

Accesso allo stadio di Palermo. L’ingresso per assistere alla gara è gratuito previa presentazione di un titolo di accesso, che sarà possibile scaricare collegandosi ai siti www.figc.it o www.vivaticket.it, fino ad esaurimento dei posti disponibili, nel rispetto dei regolamenti vigenti sia in materia di biglietteria sia in materia di misure di contenimento della pandemia. Ciascun utente potrà fare richiesta fino ad un massimo di 4 biglietti; i diversamente abili potranno fare richiesta di accredito collegandosi al sito www.vivaticket.it.
Come previsto dal decreto legge n. 105 dal 23 luglio 2021, l’accesso agli eventi sportivi è consentito, per i maggiori di 12 anni, solo attraverso la presentazione della Certificazione verde COVID-19 (Green Pass).

Accrediti media. Fino alle ore 12 di martedì 23 novembre sono aperte in via esclusiva sul sistema elettronico on-line www.accreditations.figc.it le operazioni di accreditamento per la gara di Palermo con la Svizzera.

Credit Photo: Domenico Cippitelli 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here