La luce brillante dei riflettori delle Olimpiadi di Tokyo 2020 incombe sulle Matildas ma l’allenatore Tony Gustavsson dice che sono pronte. Sarà la prima volta che le N°9 al mondo saranno guardate da un grande pubblico (in un fuso orario per loro amichevole) sotto Gustavsson in una partita ufficiale.

Gustavsson intervistato da AAP ha detto: “Vogliamo giocare al nostro meglio ogni partita, soprattutto quella di apertura, che sarà una delle più importanti per noi. Siamo concentrati solo su di essa, perché è quello che dobbiamo fare, poi una volta che sarà finita ci concentriamo sulla Svezia e poi sugli Stati Uniti”.

“Avere quella sensazione che ‘ok, andiamo e facciamolo’ e sentire che abbiamo il paese dietro di noi, è fenomenale – questo ci darà ancora più energia”.

Lo scontro con le N°22 al mondo – nonché co-hosts della 2023 Women’s World Cup – della Nuova Zelanda sarà cruciale per le ragazze dell’allenatore svedese.

Le Matildas hanno un record dominante contro le Football Ferns, con 30 vittorie, sei pareggi e sette sconfitte, che hanno avuto un accumulo limitato in termini di partite amichevoli.

L’Australia è a caccia della sua prima vittoria sotto il nuovo allenatore e realisticamente ha bisogno di tre fondamentali punti prima di affrontare le N°5 al mondo della Svezia e le campionesse del mondo in carica degli Stati Uniti, se vuole progredire nel gruppo G.

Le prime due squadre dei tre gruppi e le due migliori classificate al terzo posto passano ai quarti di finale.

Photo Credit: @matildas Instagram

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here