La Nazionale femminile del Canada dopo 2 medaglie di Bronzo alle Olimpiadi di Londra nel 2012 e Rio nel 2016, battendo di misura gli Stati Uniti, accede alla finale olimpica.

Il gol dal dischetto, di Jessie Fleming dà al Canada la vittoria per 1-0, ma gli Stati Uniti hanno tanto da recriminarsi: Alex Morgan e Megan Rapinoe non si danno pace, due pali ed una traversa negano alle ragazze stelle e strisce, non solo il pareggio, ma il passaggio alla finale.

L’unico gol della partita è arrivato con la scarpa di Jessie Fleming di Londra, che ha trasformato un calcio di rigore al 74′, dopo che l’arbitro (visionato il VAR) ha assegnato un dubbio rigore per le Canadesi.

Dopo i tre fischi finali dell’arbitro e le giocatrici canadesi hanno iniziato a farsi strada negli spogliatoi, il capitano Christine Sinclair è rimasta un po’ più a lungo: era sdraiata da sola sull’erba dello stadio Kashima, immersa nel momento a godersi il momento magico.

“Finalmente abbiamo vinto. Per quelli di noi che hanno preso parte alla partita del 2012, è stato bello prendersi una piccola rivincita in una semifinale olimpica, nove anni dopo il crepacuore e le polemiche all’Old Trafford a Londra 2012, la squadra di calcio femminile canadese ha sconfitto il numero uno degli Stati Uniti per 1-0 nella semifinale ai Giochi di Tokyo”, ha dichiarato la Sinclair alle televisioni Canadesi.

Dopo tutte le battaglie di tutti gli anni per il Canada sul campo, Sinclair era raggiante mentre parlava ai media :”Il nostro obiettivo venendo qui era quello di cambiare colore. Due bronzi consecutivi. Eravamo un po’ stanchi di quello. E questa squadra, wow. Che prestazione. Che lotta. Ancora uno da fare”.

Jessie Fleming è stata fredda sotto pressione, offrendo un colpo perfetto che ha spiazzato il numero uno degli Usa, ed ha inviato il Canada alla prima finale.

“Ero sicura di dove mettere il pallone, di solito scelgo il posto la sera prima”, ha detto Fleming del suo tiro, “È solo un calcio. Fidarmi di me stessa. Ho fatto un respiro profondo. Sapevo di potercela fare.”

Il Canada adesso entra nella storia: a giocare la partita per la medaglia d’oro olimpica per il suo paese.

Paolo Comba, giornalista pubblicista iscritto all' ordine di Torino, ho conseguito il tesserino da Giornalista collaborando da prima con quotidiani on line ( settore calcistico giovanile : “11 giovani.it” e “gioca a calcio.it", in Piemonte) per entrare, successivamente, in redazione a Torino del settimanale cartaceo di “ Sprint&Sport" e Terzo Tempo (settore calcistico dilettantistico Regione e Nazionale - Professionistico – Serie D). Collaboro dal 2018 con RCS Sport per il Giro d' Italia (seguendolo in tutte le tappe) e nel Giro 103 ho collaborato come addetto stampa per quotidiani on line di ciclismo ( bikenews ). Appassionato di Sci alpino e nordico segue gare Mondiali e Coppa del Mondo dal 2000. Credo che il CALCIO FEMMINILE ITALIANO sia un movimento in grande crescita e debba avere le stessa visibilità del mondo “ maschile", pertanto, contribuisco a questo grande obbiettivo.