Dopo aver vinto le medaglie di bronzo alle Olimpiadi in Inghilterra nel 2012 ed in Brasile nel 2016, adesso a Tokio l’obiettivo della squadra di calcio femminile canadese è semplice: oro, oppure argento.

La modifica del colore della medaglia è stata il mantra per questa squadra da quando è stato nominato il suo nuovo allenatore, lo scorso ottobre.

“Questa è davvero una squadra che può e farà grandi cose”, ha detto al Center Back: Sheinina Zadorsky, che gioca in difesa in Nazionale e nel Tottenham, in Inghilterra.

Ancora una volta, la veterana Christine Sinclair conduce la sua squadra verso un obbiettivo importante.

La prima uscita del Capitano del Talismanico in Giappone segnerà la sua 300 ° presenza sui campi di gioco , con l’avanti da Burnaby, B.C., alle sue quarte Olimpiadi, cercando di aggiungere al suo totale di carriera di record mondiale di 186 gol.

A 38, Christine Sinclair ha tre anni un più del suo nuovo allenatore, un ex allenatore del personale di calcio del Canada che ha assunto il miglior lavoro femminile dopo una stagione con l’Associazione Football Inglese.

John Herdman ha guidato le donne a Rio, per passare poi ad allenare la squadra maschile canadese nel gennaio 2018, mentre Kenneth Heiner-Moller era responsabile delle donne canadesi alla Coppa del Mondo 2019, ma si è dimesso la scorsa estate a prendere un lavoro di coaching nella sua città natale, la Danimarca.

Le Canadesi avranno l’avvio dei giochi a Sapporo, aprendo le Olimpiadi già il 21 luglio contro le padrone di casa del Giappone, per poi affrontare il Cile il 24 luglio e chiudere le fasi a girone il il 27 luglio contro la Gran Bretagna, a Kashima.

La partenza iniziale è stata un pò problematica, per le ragazze. Le Canadesi hanno segnato sei gol in sette partite lo scorso anno, mentre nelle due gare contro il Brasile e la Repubblica Ceca ha portato soltanto due pareggi, oltretutto a reti inviolate.

Il “roster” mondiale evidenzia 324 gol internazionali, di cui Sinclair ne contava da sola il 57%.

Sinclair rimane una presenza di peso sul campo, in grado di creare gioco per le colleghe, sà fare girare palla e gioca per l’obiettivo finale.

Il Canada manterrà un modulo di  4-4-2 in tutti e due i tempi, contro il Giappone, cercando di usare le doti delle sue punte per vincere la gara di esordio. Contro la Gran Bretagna hanno già giocato una volta, vincendo 2-0 nei quarti di finale dei Giochi del 2012 a Londra e non dovrebbero essere un problema.

Il Canada ha perso 1-0 nella sua unica precedente gara con il Cile, nel 2013, ma anche questa sfida si prevede facile per le olimpioniche.

Domani, anche se ufficialmente la cerimonia di apertura sarà effettuata venerdì a Tokio, le ragazza del calcio avranno la gara di esordio a questa XVIII Olimpiade estiva.

Paolo Comba, giornalista pubblicista iscritto all' ordine di Torino, ho conseguito il tesserino da Giornalista collaborando da prima con quotidiani on line ( settore calcistico giovanile : “11 giovani.it” e “gioca a calcio.it", in Piemonte) per entrare, successivamente, in redazione a Torino del settimanale cartaceo di “ Sprint&Sport" e Terzo Tempo (settore calcistico dilettantistico Regione e Nazionale - Professionistico – Serie D). Collaboro dal 2018 con RCS Sport per il Giro d' Italia (seguendolo in tutte le tappe) e nel Giro 103 ho collaborato come addetto stampa per quotidiani on line di ciclismo ( bikenews ). Appassionato di Sci alpino e nordico segue gare Mondiali e Coppa del Mondo dal 2000. Credo che il CALCIO FEMMINILE ITALIANO sia un movimento in grande crescita e debba avere le stessa visibilità del mondo “ maschile", pertanto, contribuisco a questo grande obbiettivo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here