Nonostante il calcio non sia, come in Italia, lo sport più seguito in Slovenia, il paese di Prešeren e Cankar ha dato i natali a innumerevoli giocatrici e giocatori dal talento indiscusso. Tra gli uomini, impossibile non annoverare Samir Handanovič, Jan Oblak (portiere titolare dell’Atletico Madrid) e Josip Iličić. Tra le calciatrici, invece, è doveroso menzionare Kaja Eržen, attualmente in forza al Napoli insieme alla connazionale Lana Golob, il bomber Lara Prašnikar dell’Eintracht Francoforte, Špela Kolbl e Ana Milović.

Tantissime altre, inoltre, si stanno mettendo in mostra in nuove sfide negli ultimi anni. Ne è un esempio Maruša Sevšek, valente centrocampista arrivata in questa stagione allo Spezia Calcio Femminile in cerca di riscatto dopo una precedente esperienza al Tavagnacco durante il campionato 2018/2019. Prima di conoscere ed apprezzare anche gli altri interessanti talenti sfornati dal campionato femminile sloveno, però, è giusto conoscere storia ed organizzazione della Slovenska Ženska Nogometna Liga.

La prima competizione ufficiale si tenne nella stagione 1992/1993, ad un anno appena dall’indipendenza dall’ex Jugoslavija. Quell’anno, il ŽNK Krim vinse il campionato per la prima e, fino ad oggi, ultima volta della sua storia. L’annata successiva vide trionfare il Tesar Ižakovci, squadra dell’omonimo piccolo villaggio della Pomurska statistična regija (la regione slovena più vicina all’Ungheria). A partire dal 1995, però, il titolo arrivò per la prima volta nella capitale Ljubljana, più precisamente nella sede dell’Ilirija Krašcommerce.

I successivi club vincitori furono, in ordine, il ŽNK Pikapolonica Jarše, lo ŽNK Bull Ilirija (nuova denominazione dell’Ilirija Krašcommerce e campione di Slovenia per due anni consecutivi nel 1997 e nel 1998) e nuovamente lo ŽNK Pikapolonica Jarše. Il primo titolo del nuovo millennio, invece, toccò alle calciatrici dello ŽNK Škale Pande, formazione del borgo di Škale in Savinjska abitato da poco più di 800 abitanti. L’anno successivo, il campionato fu vinto nuovamente dallo ŽNK Ilirija ma, al termine della stagione 2001/02, lo scudetto tornò nelle mani delle leggendarie atlete dello ŽNK Škale Pande.

A partire dall’edizione 2002/03 iniziò invece il predominio di ŽNK Krka e ŽNK Pomurje Teleing, con la prima squadra che si laureò consecutivamente campionessa di Slovenia nei tre anni successivi. Lo ŽNK Pomurje Teleing riuscì ad interrompere la serie di successi delle rivali solo nel 2005 prima che lo ŽNK Krka tornasse a vincere dal 2006 al 2011. Gli straordinari e storici trionfi delle ragazze di Novo Mesto lasciarono infine il posto alle avversarie della cittadina di Beltinci che, sul loro esempio, furono campionesse per i successivi cinque anni, fino dunque al 2016.

Nelle stagioni 2016/17 e 2017/18, invece, lo ŽNK Olimpije Ljubljana rubò la scena alle inarrestabili leonesse dello ŽNK Pomurje Teleing che, però, nelle due stagioni successive (fatta esclusione di quella 2019/2020, annullata a causa della pandemia) aggiunsero alla propria bacheca altri due scudetti. L’albo d’oro della Slovenska Ženska Nogometna Liga si presenta dunque così:

  • ŽNK Krka (sciolta nel 2016): 8 titoli
  • ŽNK Pomurje Teleing: 8 titoli – campione in carica
  • ŽNK Ilirija: 4 titoli
  • ŽNK Olimpija Ljubljana: 2 titoli
  • ŽNK Pikapolonica Jarše: 2 titoli
  • ŽNK Škale Pande: 2 titoli
  • Tesar Ižakovci: 1 titolo
  • ŽNK Krim: 1 titolo

Attualmente, le formazioni iscritte al campionato sono otto, una in più rispetto allo scorso anno. Il campionato prevede inoltre che ogni squadra affronti le avversarie per tre volte, aggiungendo dunque un turno in più rispetto ai gironi di andata e ritorno previsti, ad esempio, dalla Serie A femminile. Al momento, lo ŽNK Pomurje Teleing è la capolista della SŽNL con 36 punti conquistati in 12 partite, 98 goal fatti ed appena 2 subiti. Seguono l’Olimpija Ljubljana, secondo a 33 punti (squadra più prolifica con 125 reti messe a segno e 9 subite), ŽNK Radomlje e ŽNK Ljubljana, entrambe ferme a 21. Le ultime quattro posizioni sono infine occupate, in ordine, da ŽNK Cerklje (15 punti), Primorje Gaia Naturelle (9), ŽNK Doxakey (6) e ŽNK Krim, ancora a secco di risultati positivi in questa stagione.

Ad oggi, la classifica marcatrici è dominata da Ana Milović, formidabile attaccante classe 2001 dello ŽNK Olimpija Ljubljana autrice di 42 goal in appena 11 presenze. Seguono Špela Kolbl dello ŽNK Pomurje Teleing, a segno ben 29 volte in 12 partite. Ex aequo al terzo posto, con Sara Makovec (ŽNK Pomurje Teleing) e Manda Rogan (ŽNK Olimpija Ljubljana) ferme a quota 17. Il campionato ritornerà il prossimo mese, con il recupero della sfida, valida per la decima giornata, tra Primorje Gaia NaturelleŽNK Doxakey alle 15:00 di domenica 06 marzo.

Gli incontri del tredicesimo turno, invece, si terranno domenica 15 marzo. Le biancoverdi dello ŽNK Olimpija Ljubljana ospiteranno allo Športni Park Svoboda della capitale le giallonere dello ŽNK Radomlje, cercando di non perdere terreno rispetto allo ŽNK Pomurje Teleing. Le capoliste, dal canto loro, affronteranno in trasferta il Primorje Gaia Naturelle di Ajdovščina in una partita dall’esito quasi scontato. Terza sfida di giornata sarà quella tra ŽNK Doxakey e ŽNK Ljubljana a Ptuj, mentre il match tra ŽNK Krim (ancora alla ricerca della prima vittoria stagionale) e ŽNK Cerklje chiuderà la giornata.

Anacaprese atipico, ho lasciato l’isola alla volta di Udine per seguire i corsi di laurea triennale in Mediazione Culturale. Durante gli anni in Friuli ho avuto modo di conoscere ed amare la cultura slovena inizando a seguire la Prva Liga. Iscritto attualmente al primo anno di Informazione ed Editoria presso l'Università di Genova, coltivo la passione per il giornalismo sportivo ed il calcio, sia femminile sia maschile. Responsabile della rubrica sportiva preso LiguriaToday, ho la fortuna di assistere dal vivo e raccontare gli incontri di alcune squadre della provincia di Genova. Nutro un forte interesse anche per gli eSports ed ho avuto modo di seguirne i match più importanti, intervistando alcuni dei suoi principali protagonisti.