Credit Photo: Paolo Pizzini

Esordio semplice per la Juventus di Montemurro, con la sfida casalinga di Vinovo, dove le padrone di casa si sono imposte con il risultato di finale molto rotondo: un 4 a 0 che lascia poco spazio per capire chi ha avuto la meglio sul quadrante di gioco.

Un primo tempo che ha visto la rete di Rosucci in apertura, ed il raddoppio di Girelli dopo dieci minuti, che ha lasciato le avversarie sempre a difendere, alla bene meglio, ed a rincorrere. La pioggia alla mezz’ora ha poi congelato il risultato. Sulla carta il Rancing fc Union Luxembourg non era una squadra che poteva contrastare la superiorità individuale delle bianconere ma in ogni caso la partita poteva anche creare difficoltà se non presa con il piglio giusto. Quarantacinque minuti dove si è visto un buon gioco della Juventus, un giro palla preciso ed efficace, dove le reti potevano anche essere di più se Girelli e Bonansea non perdevano il giusto momento per imprimere la sfera tra i pali di Burtin: brava a salvare in più occasioni.

La ripresa che riparte sotto il diluvio vede sempre le ragazze di Joe proiettate in avanti con la Girelli che impegna, su punizione, la numero uno avversaria. Da constatare l’ottimo afflusso di pubblico, schierato anche lungo il parterre con ombrelli variopinti, e le tribune al sold-out.

Le avversarie riescono a proiettare l’unica vera incursione in area Juventina, ma Roberta Aprile tra i pali è pronta a chiudere il buono tiro dell’attaccate Lussemburghese.

La punizione dal limite area di Arianna Caruso a poi portato a 3 lo score delineando la superiorità sul campo e poco più tardi è Agnese Bonfantini a concludere in porta un gran destro. Sul quattro a zero per le bianconere il mister si concede i giusti campi, portando il modulo difensivo a tre, e chiedendo alle ragazze di gestire campo e palla.

La fuga di Cristiana Girelli con la palla al piede porta a cercarsi un giusto rigore: dagli undici metri la sfera centra il palo destro e le nega la gioia della sua ottantesima rete.

Un esordio nel complesso buono, con ancora molte zone di gioco da verificare e migliorare, nel secondo tempo la Juve ha forse concesso qualcosa ed ha sbagliato di più sopra tutto nelle finalizzazioni.

Una vittoria che porta morale e segnali positivi, ma siamo solo agli inizi di questa grande nuova avventura che le bianconere affronteranno anche quest’anno con la stessa voglia dimostrata nella scorsa stagione, e quindi ci sarà ancora molto da lavorare.

Paolo Comba, giornalista pubblicista iscritto all' ordine di Torino, ho conseguito il tesserino da Giornalista collaborando da prima con quotidiani on line ( settore calcistico giovanile : “11 giovani.it” e “gioca a calcio.it", in Piemonte) per entrare, successivamente, in redazione a Torino del settimanale cartaceo di “ Sprint&Sport" e Terzo Tempo (settore calcistico dilettantistico Regione e Nazionale - Professionistico – Serie D). Collaboro dal 2018 con RCS Sport per il Giro d' Italia (seguendolo in tutte le tappe) e nel Giro 103 ho collaborato come addetto stampa per quotidiani on line di ciclismo ( bikenews ). Appassionato di Sci alpino e nordico segue gare Mondiali e Coppa del Mondo dal 2000. Credo che il CALCIO FEMMINILE ITALIANO sia un movimento in grande crescita e debba avere le stessa visibilità del mondo “ maschile", pertanto, contribuisco a questo grande obbiettivo.