Al Mercure Dukenhalgh Hotel di Blackburn si è svolta la consueta conferenza stampa della nostra Nazionale in preparazione per la terza gara Europea che vedrà la nostre ragazze contro la rappresentativa Belga.

Ad introdurre la giornata è il medico della Nazionale, il prof. Matteo Guzzini, il quale ci aggiorna sull’ ottima, ad oggi, situazione del nostro team: con il recupero di Valentina Cernoia.

Daniela Sabatino è la prima, delle due nostre atlete presenti, a voler dialogare con noi per portare ai media le sue impressioni sulla gara svoltasi contro l’Islanda e sul prossimo match decisivo contro il Belgio. “Io sono sempre pronta, mi sento di dare a questa squadra tutta Daniela, ovvero me stessa, sono a disposizione e spero che il mister mi metterà in campo. Oggi iniziamo a vedere le immagini del Belgio, per studiarla, sappiamo che è una squadra difficile: l’abbiamo già affrontata in passato, non sarà facile, ma secondo me se giochiamo d’Italia possiamo passare il turno!”.

Le giocatrici del Belgio sono molto temibili, ottimi elementi, come temperamento e gioco che sappiamo essere molto ostica. “A noi serve una vittoria, senza pensare all’altra gara tra la Francia e l’Islanda, afferma Daniela, dobbiamo ritrovarci come squadra e non regalare più un tempo come con la Francia e l’Islanda, ma occorre mettere dal primo minuto l’Italia che tutti conoscono e che tutti hanno ammirato in questi ultimi anni. Dobbiamo giocare come sappiamo, dando il cento per cento, e così possiamo passare il turno”.

Uno dei tanti sopra nomi, è da sempre, per Daniela Sabatino – Alta Tensione -,come è la tensione nel gruppo azzurro in questo momento?

E’ uno dei sopra nomi che mi hanno assegnato i tifosi del Brescia, quando giocavo li,  adesso tra noi vi è la giusta tensione che si inizia a sentire, bisogna cercare di essere il più tranquille possibili, bisogna fare il nostro perché non dobbiamo lasciare nessun minuto alle avversarie e dobbiamo avere quella fame e determinazione, mista a cattiveria, per cercare di vincere.”

Dopo questo shock iniziale la Nazionale deve prendere il possesso del campo, e prendere una rete contro l’Islanda, dopo soli tre minuti, è stata un pò dura ci confessa Daniela.

 “Avevamo preparato tutta un altro tipo di partita, però siamo state brave a reagire e per fortuna abbiamo trovato il pareggio, ma devo anche dire che potendo si poteva pure vincere: non abbiamo concretizzato, però ci stiamo ritrovando, anche negli allenamenti, e devo dire che siamo una ottima squadra”.

“Il clima è tranquillo e sereno siamo consapevoli che la gara che andremo a svolgere sarà contro una ottima squadra ma siamo tranquille. Certo gara decisiva, ma la nostra volontà è superiore, per portare a casa il turno. C’è stata da parte nostra anche un po di sfortuna, nelle due gare svolte, peccato poiché con l’Islanda si poteva vincere”.

“Il ritorno di Valentina Cernoia, sarà molto importante per il gruppo, adesso dopo il Covid sarà molto importante per la squadra, afferma Sabatino in chiusura, sappiamo che lei ci teneva molto giocare ed aimè ha avuto questa brutta avventura. Adesso sarà a disposizione del gruppo e ci darà una grande mano per affrontare il Belgio nel migliore dei modi”.

Credit Photo: Andrea Amato

Paolo Comba, giornalista pubblicista iscritto all' ordine di Torino, ho conseguito il tesserino da Giornalista collaborando da prima con quotidiani on line ( settore calcistico giovanile : “11 giovani.it” e “gioca a calcio.it", in Piemonte) per entrare, successivamente, in redazione a Torino del settimanale cartaceo di “ Sprint&Sport" e Terzo Tempo (settore calcistico dilettantistico Regione e Nazionale - Professionistico – Serie D). Collaboro dal 2018 con RCS Sport per il Giro d' Italia (seguendolo in tutte le tappe) e nel Giro 103 ho collaborato come addetto stampa per quotidiani on line di ciclismo ( bikenews ). Appassionato di Sci alpino e nordico segue gare Mondiali e Coppa del Mondo dal 2000. Credo che il CALCIO FEMMINILE ITALIANO sia un movimento in grande crescita e debba avere le stessa visibilità del mondo “ maschile", pertanto, contribuisco a questo grande obbiettivo.