Per iniziare, chi è Bruce Silverman?
Bruce è cresciuto a Orange County, California, USA. Ha iniziato a giocare a calcio nell’AYSO (American Youth Soccer Organization) nell’anno inaugurale dell’AYSO, nel 1968.
In quel momento c’era solo il calcio amatoriale poiché il calcio professionistico non esisteva. In seguito iniziò a giocare a calcio in un club, il Fountain Valley Eagles, nel 1976, una delle prime squadre di club della Orange County. Ha giocato a calcio nella squadra del liceo a Newport Harbor e nella squadra universitaria dell’Orange Coast College per un anno, poi si è trasferito nello stato di San Diego.
Bruce ha ottenuto la licenza “C” USSF e ha insegnato per 35 anni. Ha allenato il club di calcio della Southern California Storm e United FC dal 2002 al 2008.
È stato allenatore della squadra maschile Varsity alla Century High School negli ultimi 17 anni vincendo 8 titoli della Orange League ed è stato finalista CIF nel 2014.
Bruce ha allenato SoCal Select Women’s team negli ultimi 7 anni. Ha iniziato ad organizzare questi tour annuali di calcio dal 2009.

Com’è nato il progetto “SoCal Select”? Ci parli di questo progetto.
Il concetto originale per la squadra femminile di SoCal Select era quello di fornire un’opportunità per ex giocatrici del college di continuare in un livello di calcio molto competitivo dopo la carriera universitaria.
La squadra ha iniziato a giocare nel 2008 in una lega locale di Orange County. Sebbene la lega offrisse tre divisioni, SoCal era alla ricerca di un livello più alto di competizione e nel 2011 SoCal Select ha iniziato a giocare nella SoCal Premier League.
Durante i seguenti cinque anni, SoCal Select ha vinto 4 titoli di lega in 5 anni. Sfortunatamente la lega si è estinta nel 2015.

Nel 2009 la squadra femminile di SoCal Select ha iniziato a viaggiare a livello internazionale. A livello internazionale negli ultimi 9 anni, SoCal Select ha viaggiato in Spagna, Grecia, Turchia, Italia, Inghilterra, Germania, Francia, Repubblica Ceca, Slovacchia, Ungheria, Danimarca, Australia, Nuova Zelanda, Fiji, Canada e Brasile. La squadra ha stilato un record internazionale di 78 vittorie, 5 sconfitte e 5 pareggi. Le squadre hanno vinto 4 tornei internazionali tra cui: Costa Blanca Cup (Spagna), Costa Brava Cup (Spagna), The Cup Denmark, Coppa Versilia.
Per due anni la squadra di SoCal Select è stata finalista della Donosti Cup in Spagna perdendo ai rigori nella finale disputata nel prestigioso stadio Anoeta di San Sebastian.
Lo scorso anno, SoCal Select si è recato in Australia e nelle Fiji. L’ultima partita del viaggio SoCal Select ha giocato contro la squadra nazionale delle Fiji sconfiggendole con un punteggio di 5-1. Nel 2014 SoCal Select ha iniziato a includere le squadre giovanili nei loro tour internazionali. Quest’anno, le squadre giovanili si recheranno in Irlanda, in Italia (Lavagna e Città di Castello), in Portogallo per partecipare alla Coppa Iber e infine in Inghilterra. La squadra senior arriverà due giorni prima della partenza delle squadre giovanili e giocherà nella Foyle Cup nell’Irlanda del Nord. In passato le squadre giovanili sono state allenate dalle giocatrici della squadra femminile di SoCal Select.

Ci parli del calcio femminile in California. Quali sono i suoi secreti? Come si sviluppa? Quali sono le differenze con l’Europa?
Il calcio femminile in California è molto buono. In effetti, la California del sud per anni è stata considerata la “culla” del calcio femminile del paese. Abbiamo i migliori club con vari titoli nazionali. L’obiettivo per la maggior parte di questi “top players” è quello di giocare con la squadra del college.
Ritengo che gli Stati Uniti abbiano un ottimo sistema fino a circa 18 anni, ma in seguito ritengo che il sistema europeo sia di gran lunga superiore in quanto molti club offrono la possibilità per le squadre giovanili di passare ad un livello professionistico.
Questo in realtà non esiste negli Stati Uniti ad eccezione di alcuni club; ciò significa che per il 90% di queste giocatrici dopo il college, non c’è niente.
Ci dovrebbero essere più opportunità per queste giocatrici. Ci sono alcuni programmi di alto livello che vanno da fine maggio a metà luglio, ma questi sono principalmente composti da giocatori di college attuali che cercano un posto dove giocare durante la bassa stagione.
Anche se abbiamo il campionato professionistico femminile, ci sono solo 10 squadre. Questo offre un’opportunità a circa 200 giocatrici che sono il meglio del meglio.
Quindi, in fin dei conti, questo significa la fine della carriera calcistica dopo l’università per il 95% delle giocatrici che non giocheranno mai a livello professionistico.

 Qual’è stato il più bel tour che ha organizzato?
Ce ne sono così tanti, quindi è davvero difficile sceglierne uno. Sono stati tutti molto speciali a modo loro. Il clou della maggior parte di questi viaggi, tuttavia, per le ragazze a essere onesti, non è la visita ma la capacità di interagire con altre giovani donne che condividono la stessa passione per il calcio e provengono da culture diverse. Non vedo l’ora che arrivi questo viaggio e so che sarà sicuramente uno dei più memorabili.

Cosa si aspetta dall’Italia?
Questo è difficile da dire. Abbiamo fatto un viaggio in Italia una prima volta nel 2009 e abbiamo giocato in un torneo a Viareggio. La competizione è stata buona. La squadra migliore contro cui abbiamo giocato è stata la squadra di Pisa. Abbiamo finito col batterli ai supplementari, ma è stata una grande partita. Penso che negli ultimi 9 anni il livello e la struttura siano migliorati notevolmente.


Amichevole Città di Castello
Grifo Perugia – Rappresentativa Californiana “SoCal Select”
Data: 29/06/2018
Orario: 15.00
Stadio: Stadio Comunale Bernicchi
Indirizzo Stadio: Viale Europa, Città di Castello, Perugia.
Ingresso: Libero


Just to start, who is Bruce Silverman?
Bruce grew up in Orange County, California, USA.  He began playing soccer in AYSO (American Youth Soccer Organization) in the inaugural year of AYSO in 1968. At this time there was only recreational soccer as club soccer did not exist. Later he began playing club soccer with the Fountain Valley Eagles, in 1976, one of the first club teams in Orange County. He played his High School soccer at Newport Harbor and College soccer at Orange Coast College, for one year then transferred to San Diego State. Bruce has his USSF “C” license and has been coaching for 35 years. He coached club soccer for Southern California Storm and United FC from 2002 through 2008.  He has been the boy’s head Varsity coach at Century High School for the past 17 years winning 8 Orange League titles and was a CIF Finalist in 2014. Bruce has been coaching SoCal Select Women’s team for the past 7 years. He has been organizing these annual international soccer tours 2009.

How “SoCal Select” was born? Tell us about this project.
The original concept for SoCal Select women’s team was to provide an opportunity for former female college players to have a venue to continue a highly competitive level of soccer beyond their college career. The team started in 2008 playing in a local league in Orange County. Although, the league offered three division, SoCal was looking for a higher level of competition and in 2011 SoCal Select began playing in the SoCal Premier League. During the following five years, SoCal Select won 4 league titles in 5 years. Unfortunately, the league folded in 2015. In 2009 SoCal Select women’s team begain traveling internationally. In International competition over the past 9 years SoCal Select has traveled to Spain, Greece, Turkey, Italy, England, Germany, France, Czech Republic, Slovakia, Hungary, Denmark, Australia, New Zealand, Fiji, Canada and Brazil.  The team has compiled an International record of 78 wins, 5 losses and 5 ties. They have won 4 international tournaments including: The Costa Blanca Cup (Spain), The Costa Brava Cup (Spain), The Cup Denmark, The Versillia Cup.
Two years SoCal Select were finalist at the Donosti Cup Spain losing in penalties in the final held at the prestigious Anoeta Stadium in San Sebastian. This past year SoCal Select traveled to Australia and Fiji. The last game of the trip SoCal Select played the Fijian National team defeating them by a score of 5-1. In 2014 began to include youth teams in their international tours. This year, the youth teams will be traveling to Ireland, Italy (Lavagna and Città di Castello), Portugal to participate in the Iber Cup, and England. The Adult team will be arriving two days before the youth teams depart and will be playing in the Foyle Cup in Northern Irealand. In the past the youth teams are coached by players of the SoCal Select women’s team.

Tell us about women’s football in California. What are its secrets? How does it develop? What are the differences from Europe?
Girls soccer in California is very good. In fact, Southern California for years has been considered the “hotbed” of girls’ soccer in the country. We have many top clubs with multiple National titles. The goal for most of these top players is to play in college. I feel the US has a great system up to about 18 years of age but after that, I feel the European system is far superior as most clubs will have opportunities for the youth teams to move into the adult level. This does not really exist in the US except for a few clubs. This means for 90% of these players after college, there is nothing. There needs to be more opportunities for these players. There are some high-level programs that run from late May to mid-July, but these are primarily comprised of current college players looking for somewhere to play during their off season. Although we have our women’s professional league, there are only 10 teams. This provides an opportunity of about 200 players who are the best of the best. So ultimately, this means the end of their career after college for 95% of the remaining players who do not play professionally.

What was the most beautiful tour you have organized?
There is so many, so it really is difficult to say. They were all very special in their own way. The highlight of most these trips however for the girls to be honest, is not the sightseeing but the ability to interact with other young ladies who share the same passion for soccer from different cultures. I am very much looking forward to this trip and know it will be definitely be one of the most memorable.

What do you expect from Italy?
This is hard to say. We did travel to Italy once before in 2009 and played in a tournament in Viareggio. The competition was good. The best team we played was team from Pisa. We ended up beating them in over time, but it was a great match. I think over the past 9 years, the level and structure has improved greatly.

Silvio Bogliari
Silvio Bogliari, specialista in diritto sportivo presso lo studio legale Baker Mckenzie di Madrid, offre assistenza giuridica ad atleti, clubs e direttori sportivi, sia a livello nazionale che internazionale. Laureato in giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Perugia, ha completato la sua formazione giuridica con il master in diritto internazionale presso l’università Complutense e il master in diritto sportivo presso l’Escuela Universitaria Real Madrid. Ex giocatore del Città di Castello Calcio e del A.S. Cerbara.