Credit: Rovigo Orange

Non arriva la prima vittoria della stagione, arriva invece la prima sconfitta, ma il risultato finale dimostra che le Orange sono rimaste in partita e hanno cercato di portare a casa un risultato positivo. Nonostante l’assenza di Iturriaga, rimasta per tutto il tempo in panchina per un problema fisico, la squadra ha giocato con ordine, difendendosi bene e mettendo in più di un’occasione in difficoltà il Kick off. Manca ancora un po’ di cattiveria sotto porta per riuscire a capitalizzare le occasioni create. La strada è quella giusta e da questa settimana si inizierà a lavorare con il nuovo allenatore.
Prima sconfitta in casa Orange con il risultato che dice 3-2 sul difficile campo del Kick Off.
Una partita equilibrata, nella quale il Rovigo si difende con ordine e crea molte occasioni da gol, ma la poca lucidità ed il poco cinismo sotto porta influenzano ancora una volta il punteggio finale. Nonostante l’assenza per infortunio di Iturriaga, la squadra guidata anche per questa domenica da Chiara Bassi, dimostra carattere e tanta voglia di crescere.
Il primo pericolo per la porta del Rovigo Orange lo crea Bortolini che prende in pieno l’incrocio dei pali, il Rovigo risponde con da Rocha che si gira bene ma il tiro a incrociare esce di poco alla destra di Tardelli. Al 6’ il Kick off trova il gol del 1-0 con Stegius, tiro debole ma velenoso che sorprende Nagy.
Le Orange reagiscono subito e creano due buone occasioni per pareggiare, prima con Da Rocha e poi con Buzignani, ma entrambe trovano l’opposizione di Tardelli.
Bel tiro dalla distanza di Simone, ma stavolta Nagy è bravissima a respingere e un minuto dopo altro grande intervento del portiere Orange che chiude la porta a Vanelli.
Al 14’ arriva il raddoppio del Kick off, il tiro ravvicinato di Vanelli, piega le mani di Nagy, che non riesce a trattenere la palla che finisce in rete.
Il Rovigo Orange reagisce subito e accorcia le distanze con Pereira, brava a recupere la palla a centrocampo e ad essere fredda davanti a Tardelli.
Pochi secondi prima della fine del primo tempo grande occasione per il 2-2, ma Saraniti si vede respingere il tiro da un grande intervento di Tardelli.

Il secondo tempo inizia con le Orange subito alla ricerca del gol: palla imbucata di Da Rocha per Pereira che di tacco tenta di sorprendere Tardelli, subito dopo un’altra buona occasione per Tonon che si gira in area, tira sul primo palo ma il portiere del Kick off respinge.
Nel miglior momento del Rovigo, il Kick off trova però il 3-1 con Ghilardi che mette in porta da due passi dopo la respinta di Nagy su tiro di Maite.
Mister Bassi si gioca la carta del portiere di movimento che però non porta molti pericoli a Tardelli, ma che anzi ne crea maggiormente alla porta delle Orange.
Dopo aver rischiato di subire il quarto gol, la squadra di Rovigo reagisce e crea una buona occasione con Saraniti, ma Tardelli è bravissima a opporsi con il corpo. Il gol del 3-2 arriva con Tonon a soli 8 secondi dalla fine, troppo tardi per poter tentare l’assalto finale alla ricerca del pareggio.
Prossima gara domenica 13 novembre contro la Yougo Lazio ore 18:15.

Tabellino:
KICK OFF-ROVIGO ORANGE 3-2 (2-1 p.t.)

KICK OFF: Tardelli, Bortolini, Vanelli, Da Costa, Maite, Ghilardi, Di Lonardo, Stegius, Negri, Violi, Bovo, Brugnoni. All. Russo

ROVIGO ORANGE: Nagy, Pereira, Buzignani, Othmani, Dayane, Iturriaga, Gasparini, Saraniti, Lorrai, Tonon, Pinto, Grandi. All. Bassi

MARCATRICI: 6’10” p.t. Stegius (K), 14’11” Vanelli (K), 16’13” Pereira (R), 9’57” s.t. Ghilardi (K), 19’52” Tonon (R)

AMMONITE: Saraniti (R)

ARBITRI: Stefano Mestieri (Finale Emilia), Andrea Antonio Basile (Torino) CRONO: Daniele Biondo (Varese)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here