Vincenti e convincenti. Tutte a segno le quattro capolista della Serie A2 Femminile nella quattordicesima giornata di campionato. Ma i distacchi rimangono invariati.

GIRONE A – Nel momento forse del più grande appannamento, il Granzette archivia i due pari di fila, gonfiando i muscoli nel big match, trionfale contro il Città di Thiene. Audace Verona, comunque, sempre a -4 dopo la passerella contro il San Biagio Monza. Colpo da playoff per la Noalese nel derby di Padova, un successo – quello delle veneziane – che fa comodo anche al Duomo Chieri, ok a Firenze e ora quarto insieme proprio al Città di Thiene. Tre punti di platino con l’Union Fenice per un Trilacum che può ancora sperare nella salvezza, nell’anticipo il derby sardo va allo Jasna.

GIRONE B – Città di Capena rullo compressore. Le Leprotte si aggiudicano il big match con il FiberPasta Chiaravalle e consolidano il primato dall’alto del suo +6 su una Virtus Romagna comunque vincente sul campo del Sassoleone. Il 5-3 rifilato al Sabina Lazio permette al Francavilla di blindare il podio, il Civitanova passa e Foligno e mantiene tre lunghezze di vantaggio su quel Perugia che doppia la Decima Sport. Pari e patta fra Futsal Prandone e Dorica Torrette.

GIRONE C – Vincono le prime quattro. La Coppa d’Oro regola quel Best Sport che viene “solo” agganciato al quinto posto da un Castellammare sorprendentemente fermato sul pari dal pericolante Olympia Zafferana. Da clean sheet Woman Napoli e Vis Fondi, convincente anche la Virtus Ciampino con il Real Praeneste.

GIRONE D – Le prime due pugliesi continuano a fare un campionato a parte. Gelsomino, Fontela e Moreira le principali protagoniste sul campo del Rionero del largo successo di un Fasano che non parteciperà alla Final Four, ma in campionato è a quota 14 successi, su 14 partite. Bene anche il Molfetta, da clean sheet a Salerno. Il moment tutt’altro che magic del Lamezia si evidenzia nella sconfitta interna contro il Città di Taranto, sempre a -1 da quel Lauria che passa in trasferta con dell’Atletic Club Taranto al termine di un’altalena di emozioni. Tre puntoni per la Woman, che regola il Progetto Sarno e si stacca dalla zona a rischio retrocessione.

Credit Photo: Pagina Facebook di Città di Capena

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here