Il mese di maggio è stato molto intenso per il calcio femminile italiano, soprattutto per quanto riguarda i campionati che sono al di sotto della Serie A.

Cominciamo dalla Serie B, dove da pochi giorni sono stati emessi i verdetti.
Il Como ha vinto il campionato, approfittando della caduta, per ceri versi inaspettata, del Brescia che, strano a scriverlo, è riuscito a dilapidare gli otto punti di vantaggio che aveva sulle lariane, e ko decisivi che ha ricevuto le leonesse sono state la sconfitta in casa del Ravenna e il pari, sempre in trasferta, contro il Cesena. Certo, non sminuiamo il percorso che hanno fatto le comasche, una strada fatta di dieci vittorie consecutive, e il secondo posto in cadetteria delle biancoblù, ma una cosa è certa: la Serie B l’ha vinta il Como, e aggiungiamo meritatamente, ma il campionato l’ha perso il Brescia.
Sul gradino più basso del podio ci salgono Chievo e San Marino Academy.
Non ce ne vogliano le altre formazioni, ma il Cortefranca e la Torres si sono confermate come le squadre rivelazioni del torneo, e soprattutto conferma la tradizione delle neopromosse, dove almeno due squadre si salvano, mentre altrettante ritornano amaramente in C, quindi speriamo di rivedere in cadetteria sia la Pro Sesto che il Palermo.

Restando in Serie B c’è la notizia della cessione del titolo sportivo della Pink Bari alla Ternana. Ovviamente, in merito a ciò, aspettiamo notizie ufficiali dalle rispettive società, ma di certo è un colpo basso per la società barese che ha lasciato il segno sia in cadetteria che in massima serie, ci auguriamo un giorno di rivederla nei posti che merita.

Scendiamo in Serie C, dove qui la situazione è quasi aperta.
Nel Girone A tutto è deciso: infatti l’Arezzo ha vinto il campionato, ai playout ci vanno Real Meda, Pontedera, Fiammamonza e Perugia, mentre retrocedono in Eccellenza Pistoiese e Caprera. Da definire chi tra Pinerolo, Genoa, Orobica e Solbiatese Azalee si assicurerà la seconda piazza del raggruppamento.
Il Girone B, invece, si conferma, a parte la discesa della Spal nei campionati regionali, più incerto che mai. Il Trento e il Vicenza si giocheranno la vittoria e la promozione in Serie B, con le trentine che hanno superato le vicentine nello scontro diretto, e sembra avere il destino nelle sue mani. Per quanto riguarda la salvezza diretta se la giocano Bologna, Padova e Portogruaro, e una sola andrà agli spareggi per rimanere in C, mentre Mittici e Atletico Oristano si contendono quel piazzamento che eviterebbe l’addio immediato alla terza serie nazionale femminile.
Sul Girone C, infine, dove anche il Catania è stato escluso dal campionato per motivi societari, Apulia Trani e Chieti si stanno battagliando per aggiudicarsi il primo posto finale, mentre saranno quattro le squadre che andranno ai playout per decretare la terza formazione a retrocedere: Grifone Gialloverde, Roma Decimoquarto, Fesca Bari e Eugenio Coscarello.

Nato il 12 luglio del 1988 a Cremona, Elia ha sempre avuto una grande passione per il mondo del giornalismo, in particolar modo a quello sportivo. Ha tre esperienze lavorative in questo settore, IamCalcio, ManerbioWeek e BresciaOggi, un workshop con l'emittente televisiva Sportitalia, e uno stage curricolare con il Giornale di Brescia. Si avvicina al calcio femminile nel 2013 grazie ai risultati e al percorso del Brescia CF e da allora ha cominciato ad occuparsi anche del movimento in rosa.