Joe Montemurro, tecnico della Juventus Women, parla in conferenza stampa alla vigilia della finale di Coppa Italia contro la Roma.

“Questa è una partita in cui bisogna resettare, dichiara Montemurro, giochiamo contro una squadra molto forte, faccio i complimenti a Spugna. Loro hanno la Coppa e noi cerchiamo domani di prenderla”.

A chi le fa notare che la sua rivale, la Roma, ha alzato l’asticella in questa stagione Joe, conferma: “Noi siamo al livello più alto in Italia e dobbiamo tenerlo più alto in Europa. Quando le squadre alzano il livello, noi dobbiamo alzarlo di conseguenza”.

Il prossimo anno il Calcio Femminile sarà, per le 10 squadre della massima serie, “professionistico”, ovvero equivalente a tante altre squadre Europee già da anni inserite come tali. “È una situazione molto importante che aspettavamo, che migliora le condizioni delle calciatrici. Questo è positivo”.

Il tecnico ha ammesso che c’è stato un momento, in campionato e non solo, dove ha trovato fatica. “Per essere al top bisogna confrontarsi con le difficoltà. Tutte le squadre hanno avuto il Covid, non può essere una scusa. Nel calcio a questo livello bisogna fare le rotazioni, non è una difficoltà ma una opportunità”.

Ma alla domanda: “Chi vince questa finale?” joe risponde, “Vogliono dominare il gioco come noi, ma hanno anche piano B e C per giocatrici molto importanti. In partite del genere vince chi sbaglia di meno”. Staremo a vedere!

Paolo Comba, giornalista pubblicista iscritto all' ordine di Torino, ho conseguito il tesserino da Giornalista collaborando da prima con quotidiani on line ( settore calcistico giovanile : “11 giovani.it” e “gioca a calcio.it", in Piemonte) per entrare, successivamente, in redazione a Torino del settimanale cartaceo di “ Sprint&Sport" e Terzo Tempo (settore calcistico dilettantistico Regione e Nazionale - Professionistico – Serie D). Collaboro dal 2018 con RCS Sport per il Giro d' Italia (seguendolo in tutte le tappe) e nel Giro 103 ho collaborato come addetto stampa per quotidiani on line di ciclismo ( bikenews ). Appassionato di Sci alpino e nordico segue gare Mondiali e Coppa del Mondo dal 2000. Credo che il CALCIO FEMMINILE ITALIANO sia un movimento in grande crescita e debba avere le stessa visibilità del mondo “ maschile", pertanto, contribuisco a questo grande obbiettivo.