Il Tavagnacco torna in campo alle 10 dopo quasi un mese. Si cerca di ritrovare la forma migliore contro un avversario proibitivo.

La Coppa Italia permette al Tavagnacco di tornare a giocare una sfida ufficiale. Dopo quasi un mese di astinenza, la voglia di riprendere a battagliare è tanta. Ci si era lasciati con una bella vittoria in trasferta a Vicenza per 2-1 lo scorso 25 ottobre. Si ricomincerà sabato alle 10 a Tavagnacco con un avversario di serie A: l’AS Roma.

Di fronte quindi ci sarà un undici che milita in una categoria superiore, la gara è proibitiva. Nel girone H della coppa passa una sola squadra e le friulane hanno perso 2-0 contro l’altra formazione capitolina, la Roma Calcio Femminile lo scorso settembre. Impossibile porsi l’obiettivo di andare avanti nella competizione. Tuttavia, questa resta una partita importante. E’ l’opportunità per misurarsi contro i più grandi, ma soprattutto la possibilità di rimettere minuti nelle gambe dopo un lungo stop senza avere la pressione di fare risultato. Le giallorosse, invece, per passare il turno saranno costrette a portare a casa i tre punti.

Il primo giro di tamponi ha visto tutti gli esiti negativi in casa gialloblù. Si resta in attesa dei risultati del secondo giro di test. Contro la Roma si dovrà rimettere in moto il fisico per il futuro. Tuttino e compagne vorranno farsi trovare pronte per la ripartenza del loro campionato (sempre che ci sia la possibilità di portarlo avanti in questo periodo di pandemia). Dovrebbe arrivare (condizionale d’obbligo) in Friuli il Chievo Verona il prossimo 29 novembre. E’ questa la data nella testa dell’allenatrice Chiara Orlando che, assieme a tutto il Tavagnacco, vorrebbe riprendere il cammino in un torneo tanto complicato quanto interessante.

Credit Photo: Upc Tavagnacco

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here