Coppa Italia Femminile 2021/22, l’ edizione numero quarantotto, ci siamo: domenica 22 maggio, allo stadio Paolo Mazza di Ferrara, sapremo chi fra Juventus e Roma alzerà al cielo l’ ultimo trofeo italiano della stagione. Le bianconere, dopo Scudetto e Supercoppa Italiana, puntano il “tripletino”, mentre le giallorosse vogliono bissare il successo nella scorsa edizione.

Juventus-Roma, finale di Coppa Italia, chiuderà di fatto la stagione sportiva riservata ai club e si giocherà domenica 20 maggio con fischio d’inizio alle 14.15. La direzione della sfida è stata affidata a Maria Sole Ferrieri Caputi della sezione di Livorno che sarà assistita da Veronica Martinelli di Seregno e Massimiliano Bonomo di Milano, mentre il quarto ufficiale sarà Andrea Bordin di Bassano del Grappa.

Vincere la “Coppa” in campo femminile, rispetto al maschile, oltre che all’assegnazione del Trofeo, ha solamente la qualificazione alla Supercoppa Italiana, in quanto il successo finale non assegna alcun posto nelle competizioni europee.

Se dovesse essere la Juventus Women a conquistare la Coppa Italia, le bianconere sarebbero la prima squadra a vincere Scudetto, Coppa Italia e Super coppa Italiana nella stessa stagione dai tempi del Brescia 2015/2016 , allenato dall’attuale ct della Nazionale donne Milena Bertolini e ricco di giocatrici che domenica si sfideranno su schieramenti opposti.

La capitana dell’epoca Valentina Cernoia sarà infatti sulla sponda bianconera con Boattin, Rosucci, Girelli, Gama, Bonansea e Lenzini, mentre su quella giallorossa ci saranno Linari e Serturini .

La precedente edizione della Coppa Italia 20/21 è stata vinta dalla AS Roma, che domenica cercherà di conquistare il secondo titolo consecutivo. Nella scorsa edizione, le capitoline ebbero la meglio sul Milan dopo i calci di rigore in quanto il risultato era ancora bloccato sullo 0-0 dopo la disputa dei tempi supplementari.

Entrambi gli allenatori possono contare sulle proprie rose a pieno regime.

Joe Montemurro, che è un tecnico che ogni tanto ama variare la disposizione in campo delle proprie giocatrici, potrebbe optare per un 4-3-3 con Bonansea, Girelli e Cernoia, ma con quest’ultima che potrebbe essere schierata anche in posizione più arretrata. Azzardando un pronostico di formazione, del primo minuto, potrebbe essere:

Juventus (4-3-3): Peyraud; Lenzini, Gama, Sembrant, Boattin; Caruso, Rosucci, Junge-Pedersen; Bonansea, Girelli, Cernoia

Paolo Comba, giornalista pubblicista iscritto all' ordine di Torino, ho conseguito il tesserino da Giornalista collaborando da prima con quotidiani on line ( settore calcistico giovanile : “11 giovani.it” e “gioca a calcio.it", in Piemonte) per entrare, successivamente, in redazione a Torino del settimanale cartaceo di “ Sprint&Sport" e Terzo Tempo (settore calcistico dilettantistico Regione e Nazionale - Professionistico – Serie D). Collaboro dal 2018 con RCS Sport per il Giro d' Italia (seguendolo in tutte le tappe) e nel Giro 103 ho collaborato come addetto stampa per quotidiani on line di ciclismo ( bikenews ). Appassionato di Sci alpino e nordico segue gare Mondiali e Coppa del Mondo dal 2000. Credo che il CALCIO FEMMINILE ITALIANO sia un movimento in grande crescita e debba avere le stessa visibilità del mondo “ maschile", pertanto, contribuisco a questo grande obbiettivo.