Per le giallorosse della Roma, Domenica alle ore 12,30 sarà nuovamente tempo di scendere in campo per la gara di ritorno dei quarti di finale di Coppa Italia, di cui le lupacchiotte sono le detentrici, avendo vinto sul Milan la scorsa stagione, dopo i calci di rigore, il trofeo. Di scena, sul campo del Tre Fontane di Roma, arriverà il Como, già sconfitto con un rotondo 3-0 due settimane fa. 

Sul passaggio del turno successivo alle semifinali, c’è grande ottimismo in casa della lupacchiotte, infatti, proprio il risultato dell’andata contro un buon Como, ha messo però la qualificazione in ghiaccio e alle capitoline di Spugna basterà vincere o pareggiare con il minimo sindacale la partita per approdare allo step successivo.  

In questi giorni Bartoli ha ripreso a lavorare con il gruppo e, probabilmente, sarà della partita, mentre altri sorrisi e conferme sono arrivate dalle tante convocazioni delle varie Nazionali Italiane divise per età con il pieno di atlete giallorosse.

Tornando ai quarti di ritorno con il Como, ci sarà sicuramente la possibilità per Mister Spugna di dare spazio alle seconde linee che poi sono state il motore trainante per la continuità nelle vittorie della Roma, soprattutto quando si è trovata a fronteggiare enormi problemi di formazione per via del Covid e dei diversi infortuni.

Sorvegliata speciale sarà, se la Pirone non avrà ancora recuperato dalla lussazione alla spalla, sicuramente Lazaro in attacco anche se gli occhi saranno puntati anche sulla norvegese Haavi, che dal recente giorno del suo esordio ha fatto sempre tanto bene con la maglia della Roma.

Il Como, dal canto suo, deve giocare la partita della vita e votarsi totalmente all’attacco, cercando invece di difendere duro sulle titolari dell’attacco della Roma, per cercare di evitare di prendere goal il più tardi possibile e anzi andare loro proprio in vantaggio se vogliono avere anche una minina chance di poter riaprire questo pronostico già blindato in partenza.

Credit Photo: Domenico Cippitelli

Danilo Billi è un giornalista pubblicista da circa 20 anni. Nativo di Bologna, ha mosso i primi passi lavorativi nella città natale nell’ambito sportivo, seguendo dapprima la Fortitudo Baseball e poi la Pallavolo femminile di San Lazzaro di Savena in serie A1. Per gli anni a seguire ha collaborato con la Lega Volley Femminile, prima di approdare a Pesaro, dove è stato capo fotografo per oltre 10 anni dell’ex Scavolini Volley di A1 e redattore a Pesaro, dove attualmente vive, per il Messaggero, il Corriere Adriatico e Pesaro Notizie (web). Si è occupato del Bologna Football Club per diverse stazioni radio emiliane, come Radio Logica e Radio Digitale, dopo di che ha iniziato a scrivere per la fanzine Cronache Bolognesi e ha collaborato con altri siti e app che si occupano, tra l’altro, di calcio femminile, che negli ultimi anni ha rappresentato la maggior parte della suo impegno giornalistico. Ha scritto due libri di narrativa attinenti al calcio Bolognese e al suo tifo e uno lo scorso anno relativo alla stagione del Bologna calcio femminile edito dalla collezione Luca e Lamberto Bertozzi.