grifone-gialloverde-gianluca-gagliardi

Nei giorni scorsi il Grifone Gialloverde, reduce da una buonissima stagione nell’Eccellenza laziale, ha reso noto di aver affidato la panchina per la prossima stagione a Alessandro Gagliardi, tecnico che allena nel femminile dal 2008. La società laziale, dopo aver accarezzato il sogno ripescaggio in Serie C, si è affidata cosi ad una figura con tante esperienze alle spalle, che ha legato in particolare il suo nome a quello della Roma Calcio Femminile e della Roma Decimo Quarto. Abbiamo raggiunto lo stesso allenatore per saggiare gli umori in vista dell’annata alle porte.

Mister nei giorni scorsi la sua nomina da tecnico del Grifone Gialloverde. Cosa l’ha spinta a sposare questo progetto?
“Ho sposato questo progetto già lo scorso anno, dopo che a carte fatte abbiamo deciso di ripartire da zero con un progetto giovani. Essendo tesserato con un’altra società e sulla base di un accordo quale in essere con la AS Roma Accademy, ho aiutato nel progetto”

Nello scorso campionato la squadra si è ben comportata nel torneo di Eccellenza laziale. Ha avuto modo di guardare la squadra ogni tanto? Che idea si è fatto dell’organico?
“Ho avuto la possibilità di seguire la squadra. Sono ragazze giovani, umili e molto brave, fanno calcio con una grande passione e vogliono vincere, la mentalità e la testa che hanno messo quest’anno le ha portate a raggiungere un traguardo importante, sia di crescita personale che di classifica calcistica“.

Si ripartirà dal gruppo dello scorso anno con qualche innesto o ci saranno cambi radicali?
“Si riparte dal gruppo che ha lavorato bene quest’anno e ci saranno degli innesti mirati ed efficaci per poter proseguire con il lavoro fatto fino ad ora”.

Nelle scorse settimane è arrivata l’apertura sulla vostra domanda di ripescaggio in Serie C. Poi però nessuna buona nuova per Voi. Puntavate a partire dal torneo di terza Serie?
“Noi stiamo facendo un percorso, il nostro è un progetto e come tale segue un suo cammino ben preciso, fatto di tanto lavoro mirato sia nell’individuale che nel collettivo in prima squadra e nel settore giovanile Se poi per qualche motivo di urgenza, saremo chiamati a dover far fronte ad un Campionato di terza Serie, sapremo essere pronti”.

Alle porte il Campionato di Eccellenza, quali saranno i vostri obiettivi?
“Ogni volta che ho deciso di allenare una squadra e di conseguenza partecipare ad un campionato, l’ho fatto puntando al primo posto. Questo è il mio modo di affrontare le sfide calcistiche e di vita personale”.

Quando inizierete con la preparazione estiva?
“La data di ritrovo e quindi inizio lavori è fissata per il 6 settembre, io sarò in campo anche prima in aiuto alla prima squadra maschile e alla preparazione di tutti quegli strumenti che caratterizzano il mio lavoro di preparazione al campionato”.

La società punta forte anche sul settore giovanile giusto? Può essere un tassello importante per trovare nuovi elementi per il futuro?
Direi noi puntiamo soprattutto sul nostro settore giovanile, considerato fondamentale e che vanta già numeri importanti. Arrivare nel tempo a mettere in campo giocatori e giocatrici uscenti dal nostro vivaio, è motivo di grande orgoglio e soddisfazione. Per cui, partendo dall’Under 19, dove siamo Campioni regionali in carica, faremo l’Under 17 e la 15″.