Un derby pazzo, bello ed emozionante quello andato in scena ad Urago Mella tra il Brescia CF e il Montorfano Rovato, nello scontro valido per la ventunesima giornata del girone lombardo di Eccellenza: ad avere la meglio sono state le biancoblu, le quali hanno saputo rialzarsi immediatamente allo svantaggio iniziale, sfruttando a pieno quelle occasioni che sono servite a portarsi a casa una vittoria che vale il secondo posto. Le franciacortine possono recriminare il fatto di essersi svegliate troppo tardi.

I primi sussulti sono del Montorfano con le accelerate di Martino e Santoro e al 7’ ha la sua prima occasione da gol: su un calcio piazzato battuto dalla metacampo da Tomasoni la palla sfila fino ad arrivare a Previtali che per poco non riesce a colpirla di testa. Un minuto dopo si vede il Brescia con l’ingresso di Lazzari in area rovatese, serve Brayda che la appoggia per Magri, la quale lancia un tiro telefonato per Fava. All’11’ il Montorfano passa rocambolescamente in vantaggio: ennesimo calcio piazzato battuto da Tomasoni, Santoro colpisce di testa e Cogoli la para, ma un bisticcio tra il numero uno biancoblu e Brevi permette alla numero sette di segnare lo 0-1. Le bresciane provano a reagire allo svantaggio e al 18’ Farina ci prova dal limite, ma Fava blocca in scioltezza. Al 19’ Magri lancia alto per Massussi, ma la sua conclusione è facile per il portiere rovatese. La partita giunge al 25’ e il Brescia ha una grande occasione per l’1-1: Farina serve un rigore in movimento a Brayda che però spara alto. Siamo al 35’ e Gaia Farina con un destro a giro serve in area Brayda, stoppa la sfera e di sinistro trafigge Fava per la rete del pareggio bresciano. Il Montorfano non riesce più ad affacciarsi alla porta di Cogoli e il Brescia ne approfitta e al 41’ Brayda riceve un assist in area da Fumagalli, ma il suo tiro centra la traversa.

La ripresa riparte con il Brescia che ribalta la situazione a suo favore: al 48’ Guerini lancia in profondità Brayda che fulmina in velocità Tomasoni e Pievani, e davanti a Fava lascia partire di destro la rete del 2-1 da parte delle padrone di casa. Il Montorfano sembra rimasto ancora negli spogliatoi, e le Leonesse piazzano il 3-1: al 54’ Farina prova dalla distanza, Fava però respinge corto, premettendo a Fumagalli di insaccare la palla in rete. Le ospiti rialzano la testa e al 60’ Capelloni con un diagonale prova ad impensierire Cogoli, purtroppo senza esito; ma è solo un fuoco di paglia, perché al 62’ Brayda dalla distanza lascia partire un destro che s’infila alle spalle di Fava, consentendo alla bomber biancoblu di realizzare la sua terza rete personale in questa partita e il poker bresciano. Al 72’ Ungarini fischia il calcio di rigore per il Montorfano Rovato: dal dischetto ci va Mirella Capelloni, e dagli undici metri segna il secondo gol franciacortino. La gara si riaccende e al 72’ addirittura viene riaperta grazie alla doppietta di Paola Santoro, che di sinistro segna la rete del 4-3. Le ragazze di Oro provano a riprendersi rafforzandosi in difesa con Dolfini al posto di Massussi che riescono a gestire il vantaggio, tanto che nel finale Bocchi ha sui suoi piedi la rete che potrebbe chiudere la contesa in favore del Brescia, ma Fava si salva: è l’ultima azione di una sfida incredibile, che permette al Brescia di portarsi a casa l’intera posta in palio.

BRESCIA CF: Cogoli, Pedemonti, Lazzari, Farina (92’ Pasquali), Belussi, Brevi, Brayda, Magri, Fumagalli (63’ Zangari), Guerini (70’ Bocchi), Massussi (78’ Dolfini). A disp: Cancarini, Inverardi, Citaristi. All: Oro.

MONTORFANO ROVATO: Fava, Afriye, Gandossi (73’ Recenti), Tomasoni, Pievani, Previtali (57’ Spinoni), Santoro, Rota (49’ Verzelletti), Martino, Ghilardi (55’ Capelloni), Morandi (85’ Serlini). A disp: Maffi, Vallante. All: Mondini.

ARBITRO: Ungarini di Brescia.

MARCATRICI: 11’ e 72’ Santoro (MR), 35’, 48’ e 62’ Brayda (BRE), 54’ Fumagalli (BRE), 71’ Capelloni (MR, rigore).

Photo Credit: Brescia Calcio Femminile

Elia Soregaroli
Nato il 12 luglio del 1988 a Cremona, Elia ha sempre avuto una grande passione per il mondo del giornalismo, in particolar modo a quello sportivo. Ha due esperienze lavorative in questo settore, IamCalcio e ManerbioWeek (che è attualmente in corso), un workshop con l'emittente televisiva Sportitalia, e uno stage curricolare con il Giornale di Brescia. Si avvicina al calcio femminile nel 2013 grazie ai risultati e al percorso del Brescia CF e da allora ha cominciato ad occuparsi anche del movimento in rosa. Oltre a questo ho come hobby leggere libri e i balli latinoamericani.