Il big match della 14ma giornata del girone lombardo di Eccellenza vede il Brescia cede in casa per 2-1 contro un Cortefranca che, ancora una volta, ha dimostrato di essere una squadra solida e cinica nei momenti che contano; ma non si può dire nulla dell’atteggiamento delle ragazze di Oro, le quali hanno tenuto testa alta ad una formazione che è la candidata numero uno a salire in Serie C.

Parte il match e dopo sette minuti la gara inizia a fare sul serio: cross sulla sinistra per il Cortefranca sulla quale Cancarini interviene in due tempi, e sull’altra parte del campo Zangari cerca di impensierire sulla destra Ferrari la quale riesce ad anticipare. Al 9’ arriva la prima occasione delle rossoblu con Mottinelli che, sugli sviluppi di un corner, calcia debolmente dal limite e Cancarini se la prende comoda. Ci accingiamo al 18’ e Muraro con una falcata parte sulla destra, ma Lazzari recupera e riesce a fermare il tiro della numero 4 rossoblu. Al 21’ ci prova Farina dal limite, ma il tiro è troppo facile per Ferrari. Passano 120 secondi e Magri dalla bandierina cerca il gol del vantaggio, ma Ferrari riesce a salvarsi. Al 28’ punizione dalla sinistra di Freddi, ma Picchi, non riesce ad agganciare la sfera, visto che era davanti a Cancarini. Passata la mezz’ora eco che arriva il vantaggio del Cortefranca: Giudici buca la difesa bresciana con un bel passaggio per Muraro che si trova nell’area piccola, e a tu per tu con Cancarini piazza un destro a giro sul secondo palo e sigla lo 0-1. Il Brescia prova a reagire immediatamente e Zangari affronta spalla a spalla con Valtulini, entrata al posto di Fenaroli: l’attaccante biancoblu sembra cada a terra, e infatti Ceccarelli decide di lasciar correre. Nel finale della prima frazione di gioco Zangari mette al centro la palla per Farina calciandola però a lato.

Inizia la ripresa e Magri, in area franciacortina, recupera il pallone e cerca la conclusione parata però da Ferrari. Immediata è la risposta del Cortefranca con Asperti che, su suggerimento di Picchi lascia partire un destro che termina fuori. Ci troviamo al 55’ e il Brescia pareggia con Brayda che, su cross di Farina, colpisce di testa, bruciano sul tempo Ferrari. Il Cortefranca non ci sta e sessanta secondi dopo Muraro prova ad impensierire Cancarini, ma il portiere biancoblu esce e salva il risultato. Al 57’ ci prova Freddi su punizione, Cancarini è attenta e sbatte la sfera sulla parte alta della traversa. Al 60’ ecco una nuova occasione rossoblu: Asperti entra in area e mette la sfera al centro dove le franciacortine non trovano il tempo per la zampata, tuttavia l’azione si conclude con il tiro dal limite di Gervasi che termina alto. Dopo undici giri di lancette Picchi tenta la sorte con la conclusione dalla distanza, Cancarini è brava con una manata a mandarla in calcio d’angolo. Comincia l’80’ e il Cortefranca getta al vento un’altra occasione con il contropiede concluso in malo modo da Muraro che, in buona posizione spara alto. Ma il gol per il Cortefranca è solo rimandato perché all’82’ Picchi pesca il pallone servito da Asperti, e di destro fulmina Cancarini e fa 1-2. Il Brescia ci prova all’85’ con il tiro dalla distanza di Magri: facile per Ferrari. Nei minuti finali della partita il Cortefranca gestisce il vantaggio e dopo tre minuti di recupero Ceccarelli fischia la fine delle ostilità e il successo esterno delle ragazze di Lanzetti.

BRESCIA CF: Cancarini, Pedemonti, Lazzari (65’ Inverardi), Bocchi (87’ Fumagalli), Dolfini, Brevi, Brayda, Magri, Zangari, Guerini (49’ Citaristi), Farina (80’ Gaia Ferrari). A disp: Cogoli, Belussi, Pizzetti. All: Oro.

CORTEFRANCA: Sara Ferrari, Asperti, Sandrini, Muraro, Fenaroli (33’ Valtulini), Mottinelli, Gervasi, Freddi, Picchi, Giudici, Leali. A disp: Macchi, Tavelli, Valesi, Saetti, Beltrami. All: Lanzetti.

ARBITRO: Ceccarelli di Brescia.

MARCATRICI: 36’ Muraro (COR). 55’ Brayda (BRE), 81’ Picchi (COR)

AMMONITE: Brayda (BRE), Gervasi (COR).

ESPULSA: Brevi (BRE, per proteste al temine della partita).

Photo Credit: Fotoreporter Zanardelli

Elia Soregaroli
Nato il 12 luglio del 1988 a Cremona, Elia ha sempre avuto una grande passione per il mondo del giornalismo, in particolar modo a quello sportivo. Ha due esperienze lavorative in questo settore, IamCalcio e ManerbioWeek (che è attualmente in corso), un workshop con l'emittente televisiva Sportitalia, e uno stage curricolare con il Giornale di Brescia. Si avvicina al calcio femminile nel 2013 grazie ai risultati e al percorso del Brescia CF e da allora ha cominciato ad occuparsi anche del movimento in rosa. Oltre a questo ho come hobby leggere libri e i balli latinoamericani.