Con un calcio di rigore realizzato da Manuela Sciabica al 93′, la Nazionale Under 17 femminile ha battuto 3-2 la Danimarca nella prima delle due amichevoli giocata a San Giuliano Terme (Pisa). Un successo in rimonta, quello della squadra di Jacopo Leandri, che era andata sotto 2-0 nel primo tempo ma che, dopo aver raggiunto la parità prima dell’intervallo grazie a Giada Pellegrino Cimò e Vanessa Mutti, ha saputo trovare le forze per vincere proprio su uno degli ultimi palloni del match. “Dopo un primo round di qualificazione all’Europeo un po’ difficoltoso, in cui abbiamo raccolto meno di quanto avremmo meritato, ci voleva una vittoria così – le parole di Leandri -. Un buon test, contro una squadra forte come la Danimarca. La squadra è partita un po’ contratta e ha subito due gol in apertura, ma ha saputo prendere le misure all’avversaria legittimando la vittoria con diverse occasioni capitate prima del gol del 3-2 arrivato nel finale. Sono davvero contento per le ragazze e per chi oggi ha esordito: è stata una buona ripartenza”.

Primo tempo ricco di emozioni, con Leandri che ha schierato dal 1′ tre debuttanti: Mustafic, Lucchetta e Termentini. La Danimarca è andata in vantaggio all’11 con un gol segnato dal capitano Aagaard, trovando anche il raddoppio sei minuti più tardi grazie ad Amby. L’Italia, però, ha reagito immediatamente dimezzando le distanze con Pellegrino Cimò e sfiorando il pareggio in altre due occasioni: prima Tironi ha calciato di poco sopra la traversa, poi ancora Pellegrino Cimò non è riuscita a trovare lo specchio della porta su assist di Lucchetta. Il gol del 2-2 è comunque arrivato al 43′ con una perfetta punizione di Mutti.

A inizio ripresa, quattro cambi per il tecnico azzurro, che ha inserito Fadda, Calegari, Casella e un’altra esordiente, Cini (nel corso del secondo tempo, altre due debuttanti, Canale e Cherubini). L’occasione migliore per vincere l’ha avuta proprio l’Italia al 34′, ma il tiro di Fadda dall’altezza del dischetto del rigore è finito fuori di pochissimo. Nel corso del terzo minuto di recupero, però, ecco l’episodio decisivo: un calcio di rigore che Sciabica ha trasformato con grande freddezza, regalando all’Italia – che arrivava dal passaggio al secondo turno di qualificazione all’Europeo – una vittoria di prestigio. Le due squadre torneranno in campo domenica 13 novembre al Centro di Preparazione Olimpica di Tirrenia con calcio d’inizio alle ore 14.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here