Il Gavirate ha iniziato il suo cammino nel girone lombardo di Eccellenza, prima vincendo in casa del Crema, poi perdendo 3-0 con l’Accademia Vittuone e infine ha centrato la seconda vittoria battendo 5-2 la 3Team Brescia Calcio. La società punta molto sul femminile, e per questo ha scelto come Responsabile del Settore Concetta Balducci: la nostra Redazione l’ha raggiunta e le ha fatto alcune domande.

Concetta cos’è per lei il Gavirate?
«Il Gavirate è per me un punto di riferimento importante, perché quando sono venuta qui mi ha dato la possibilità di esprimere il fatto di poter essere, oltre ad essere Responsabile del Gavirate Femminile, anche poter seguire la Prima Squadra. Ho fatto diverse esperienze come dirigente, e mi sono incuriosita molto, sin da subito, del mondo femminile».

Come avete allestito la Prima Squadra di quest’anno?
«In prima battuta è stato quello di cercare una persona che avesse competenza nel femminile, e Dolores Prestifilippo ci è sembrata una persona adeguata, poi abbiamo impostato un lavoro differente di organizzazione, preparazione e attività sul campo. Gli osservatori mi hanno dato dei contatti, ho parlato con le ragazze del nostro progetto, e alla fine hanno fatto parte di questo percorso di crescita. Noi puntiamo a rimanere in Eccellenza, visto che siamo state ripescate, però vogliamo raggiungere importanti obiettivi».

Due vittorie e una sconfitta in Eccellenza: si aspettava questo percorso?
«Mi aspettavo quest’inizio di percorso, e con la sconfitta col Vittuone, che hanno una storia dietro rispetto a noi, ci sta».

Come sta vedendo il girone lombardo di Eccellenza?
«Sto studiando questo girone, anche perché, visto che siamo nuovi in questa categoria, non conosco le squadre».

A livello giovanile come state procedendo?
«A livello giovanile abbiamo una Under 15 che ha iniziato il campionato regionale, una bella squadra allenata da Stefania Maffioli, tecnica molto competente e che ha aderito al nostro progetto, che allo stesso tempo coordina le attività alle bambine che si avvicinano a noi».

Che aspettative ha sul calcio femminile lombardo?
«Io mi auguro che il calcio femminile lombardo possa avere un’evoluzione, visto che stanno nascendo tante società nella nostra regione».

Dove vuole portare un giorno il Gavirate Femminile?
«Mi piacerebbe avere una filiera giovanile, mentre per la Prima Squadra la cosa importante è vedere la sua crescita dal punto di vista dei risultati e di tecnica, e capire dove ci porterà questo progetto a cui abbiamo investito».

La Redazione di Calcio Femminile Italiano ringrazia il Gavirate Calcio e Concetta Balducci per la disponibilità.

Nato il 12 luglio del 1988 a Cremona, Elia ha sempre avuto una grande passione per il mondo del giornalismo, in particolar modo a quello sportivo. Ha due esperienze lavorative in questo settore, IamCalcio e ManerbioWeek, un workshop con l'emittente televisiva Sportitalia, e uno stage curricolare con il Giornale di Brescia. Si avvicina al calcio femminile nel 2013 grazie ai risultati e al percorso del Brescia CF e da allora ha cominciato ad occuparsi anche del movimento in rosa.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here