Il capitano del Riccione Laura Rodriguez, è stata intervistata da RiminiToday della sua squadra e della sua quotidianità durante l’emergenza Covid-19:

“Ad inizio stagione ci eravamo prefissate di lottare per i primi quattro posti del torneo, direi pertanto che siamo in linea con i programmi, seppur con tante partite ancora da giocare; indubbiamente avremmo potuto fare di più, abbiamo perso dei punti per strada in alcune occasioni, siamo certi comunque di non avere deluso le aspettative”.

“Essendo una squadra molto giovane, probabilmente abbiamo peccato di inesperienza nei momenti cruciali della stagione, specie negli scontri diretti. Ma ci siamo fatte le ossa, imparando a rialzarci dopo una sconfitta. Eravamo consapevoli che vi erano concorrenti agguerrite e ben attrezzate nel girone, per noi è stato un bel banco di prova. C’è la consapevolezza di aver posto le basi per i prossimi anni”.

“A livello personale mi ritengo soddisfatta della mia crescita, avendone ricevuto riscontro dalle parole e dai gesti di sostegno ed approvazione delle mie compagne di squadre e dall’intero staff. Spero di non deluso le aspettative del mister e della dirigenza che hanno avuto fiducia in me consegnandomi la fascia di capitano. Di sicuro ho sempre dato il massimo di me stessa, non tirandomi mai indietro in alcuna occasione”.

“Il nostro preparatore atletico Bacchini, ci invia settimanalmente il programma degli allenamenti da sostenere a casa o in ristretti spazi aperti nei limiti dell’osservanza del Decreto del Governo. Il mister Migani non ha mai obbligato nessuno ad osservare queste indicazioni ma credo stia nella maturità e nella responsabilità di ognuna di noi, rispettare queste regole per mantenere in forma il fisico e tenere occupata la mente”.

Credit Photo: Riccione Calcio Femminile

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here