Nel girone B di Serie C sono tredici le squadre presenti tra cui Le Torri Fc. Il club vicentino, presieduto da Danilo Colombo, ha cercato di inseguire la salvezza trovando qualche intoppo di troppo in una stagione molto complicata per tutte le squadre di terza serie. L’undici allenato da Giorgio Sartori nell’ultima gara era di scena al “Mecchia” di Portoguraro dove le locali hanno ottenuto i tre punti nonostante una prova generosa della squadra giallorossa capitanata da Beatrice Urlando. 

A parlare dopo l’ultima gara è stata Laura Antonucci, centrocampista classe ’94 con le giallorosse dal 2017. Queste le parole della calciatrice di Santa Maria di Sala impegnata in campo contro il Portogruaro.
La scorsa domenica trasferta sul campo del Portogruaro. Come avete preparato questa gara?
“La gara è stata preparata con la convinzione di poter portare a casa dei punti importanti, soprattutto in ottica salvezza. Purtroppo abbiamo avuto anche delle assenze importanti come il portiere e uno dei nostri difensori titolari che ci hanno condizionato e per questo molte di noi si sono dovute adattare a ruoli diversi da quelli ricoperti normalmente”.

Avete cercato di tenere bene il campo provando a ripartire in contropiede. E’ mancata un poco di lucidità nelle conclusioni offensive per tenere aperta la gara?
“Sicuramente abbiamo avuto delle occasioni importanti che non siamo state in grado di sfruttare al meglio e che potevano anche cambiare il risultato o dare una svolta diversa alla partita. Abbiamo comunque cercato di fare il nostro gioco, con ripartenze e lanci lunghi, recuperando diversi palloni a centrocampo”.

Nella ripresa il Portogruaro ha avuto una marcia in più anche grazie alla possibilità di maggiori rotazioni rispetto alla vostra squadra. E’ mancata un po’ di forza fresca dalla panchina nella ripresa?
“La nostra panchina domenica era molto corta e molte di noi si sono dovute adattare a ruoli diversi da quelli ricoperti normalmente a causa delle assenze. Ognuna di noi ha comunque cercato di fare del proprio meglio, cercando di non mollare mai fino al triplice fischio finale”.

Nel finale è giunta la rete dal dischetto che ha portato a 16 il vostro bottino realizzativo in campionato. Piccola iniezione di fiducia per il futuro?
“Di certo segnare è un segnale importante, soprattutto perché il gol è arrivato con un rigore procurato quasi al termine della gara e questo fa capire quanto ci tenevamo e quanto abbiamo lottato fino alla fine. Sicuramente dovremo impegnarci per costruire molte più occasioni da gol, sperando anche di avere a disposizione la rosa completa”.

Assente invece era Ketty Dal Toe, esterno classe ’86 tornata in giallorosso in questa stagione dopo una militanza di 5 stagioni con la squadra veneta. Queste le parole della calciatrice originaria di Chiampo.

Quali erano gli obiettivi della vostra squadra all’inizio stagione?
“L’obiettivo iniziale di quest’anno era la salvezza, visto che era il nostro primo anno in questa categoria. Un altro obiettivo era far crescere la squadra e creare le basi per le stagioni future” .

Come valuti a pochi turni dal termine nel complesso il girone B di Serie C?
“Il gruppo B è molto competitivo ed equilibrato, con squadre molto preparate che giocano insieme da molti anni ormai. Un girone complicato, vista la nostra prima esperienza in Serie C, ma stimolante”.

Sino ad ora restano da ricordare in particolare il vostro successo con l’Isera ed il pari con l’Oristano. Come sono andate queste gare? Cosa non è funzionato poi?
“Sicuramente due squadre alla nostra portata, come altre in questo campionato ma purtroppo non è stato un anno facile. Causa infortuni e lavoro molto spesso non avevamo a disposizione gran parte delle ragazze e questo ci ha penalizzato molto.
Ma questo non ha tolto la nostra voglia di far bene e di dimostrare quello che in realtà sappiamo fare”.

Cosa cercate di raggiungere in questo finale di stagione? Nella prossima il gruppo ripartirà dalla squadra di quest’anno?
“In questo finale di stagione cercheremo di divertirci, che è forse quello che ci è mancato di più quest’anno. Non è facile amalgamare una squadra completamente rinnovata ma piano piano i risultati arriveranno. Per l’anno prossimo si vedrà e noi non molliamo”.

Photo Credit: Andrea Nicodemo

Mi chiamo Christian Vitale, sono un giornalista pubblicista con la grande passione per lo sport. Nell'estate del 2015, con amici, apriamo il sito Parametro Zer0, divertendoci a parlare del movimento calcistico in ambito nazionale. Nell'ottobre del 2015 inizio la collaborazione con Info Cilento, portale d'informazione che copre l'area a sud di Salerno. Comincio con una trasmissione in streaming in onda ogni lunedì, sul mondo del calcio dilettantistico, per poi scrivere con lo stesso portale nell'aprile del 2016. La collaborazione con Info Cilento, ancora viva ed intensificatasi nel 2017, mi ha portato a stringere rapporti con qualche emittente televisiva e radiofonica salernitana, con ospitate varie in trasmissioni sul calcio locale. Nello stesso anno inizio a scrivere con Le Cronache di Salerno, quotidiano della zona, mentre nel 2018 entro a far parte dell'ufficio stampa della Polisportiva Santa Maria, società di Eccellenza di calcio ad 11 maschile. Nel 2019 inizio a scrivere con altri due siti on line: Campania Football, in ambito regionale, e Salerno Sport 24, in ambito provinciale, oltre a curare la comunicazione della Folgore Acquavella Femminile, squadra di calcio a 5 iscritta nel torneo di Serie C.