La 3Team Brescia Calcio è tornata in campo nella 19a giornata del girone lombardo di Eccellenza, dove, purtroppo, le ragazze di Diego Zuccher hanno perso 2-1 contro il Football Leon, dove Leali aveva portato, su rigore, la partita in parità, ma Postiglione e Salvo hanno portato l’incontro in direzione brianzola. Domenica, però, è stato un giorno importante per una calciatrice: si tratta di Martina Sisti, attaccante classe 2002 e da poco tornata ad indossare la maglia azzurra, poiché ha partecipato alle preselezioni di Miss Italia come Miss Sport Lombardia 2021. La nostra Redazione ha raggiunto Martina, che dal 2016 è della 3Team, per risponderci ad alcune domande.

Martina cosa vuol dire per te essere della 3Team Brescia Calcio?
«Ad oggi è una seconda famiglia, nel senso che sia il presidente che le mie compagne che conosco da tanti anni. Sono una parte importante della mia vita. Ho sempre avito la fortuna di trovarmi in una società disponibile e in un’ambiente davvero magico per noi che facciamo parte di questa squadra».

In che modo sei riuscita a capire che l’attaccante sarebbe stato il tuo ruolo?
«In realtà sono stata messa come esterno, che era un ruolo a cui serviva il mio allenatore, e da lì è sempre stata la mia posizione. Mi ispiro molto a Dybala e Neymar, che tra l’altro sono i miei due calcatori preferiti».

Come ti è entrata la passione per il calcio?
«Me l’ha trasmessa la mia famiglia che gioca a pallone, da mio papà a mio fratello, passando per i miei cugini, che mi portavano sempre a vedere le partite di calcio».

Hai partecipato alle selezioni di Miss Italia: perché hai fatto questo percorso?
«Ho fatto il percorso di Miss Italia come esperienza. Sono appassionata di moda e di sfilate, quindi e ho deciso di fare questo percorso: sono quasi arrivata in fondo; quindi, ho fatto meglio di quanto mi potessi aspettare».

Il fatto che tu sia calciatrice può coniugare anche la tua passione per la moda?
«Sono due cose che si possono coniugarsi, non vedo perché una può escludere l’altra. Credo di essere un po’ l’esempio: gioco a calcio e sono appassionata di moda, quindi non vedo nulla di male».

La 3Team è al sesto posto: secondo te è un piazzamento giusto?
«Vedendo il gruppo e sentendo le mie compagne e il mister, il sesto posto lo reputo troppo stretto. Noi puntiamo sempre più in alto».

Sei tornata in campo nella gara con la Football Leon: che sensazioni hai provato?
«Mi era mancato il campo e avevo tanta voglia di giocare, però non avevo il ritmo partita, e spero di riprenderlo il più presto possibile».

Parliamo del match perso dalla 3Team con la Football Leon: cosa è mancata alla squadra per fare risultato?
«Purtroppo, la partita è finita in un risultato che secondo me non ci meritavamo. Di sicuro ci è mancato un po’ di cinismo nei tiri decisivi».

Domenica ci sarà la sfida con la Doverese quarta in classifica: che match potrebbe essere?
«Sarà una gara importantissima, anche perché sono davanti a noi. All’andata le abbiamo battute, e domenica andremo a giocarcela per vincerla».

Che girone lombardo di Eccellenza ha visto?
«È un campionato molto particolare, molto aperto, e questo significa che non bisogna mai abbassare la guardia contro nessuna squadra. D’altro canto, ci fa capire come le partite possano essere portate a casa nel migliore dei modi».

Chi può vincere il campionato?
«Secondo me la lotta è tra il Vittuone, che gioca molto bene, e il Lumezzane, che ha giocatrici forti, ma per me lo vincono le rossoblù».

Temi che la pandemia possa di nuovo azzoppare la stagione?
«Mi auguro di no, speriamo di non essere di nuovo fermate, e di finire il campionato».

Come sta, secondo te, il calcio femminile bresciano?
«Secondo me sta bene, abbiamo un ottimo livello. Mi auguro che il calcio femminile bresciano possa aumentare a livello di tesserate».

Oltre ad essere calciatrice e fan di moda, com’è la tua vita fuori dal campo?
«Ho iniziato a settembre l’Università a Milano in Comunicazione, vorrei diventare una giornalista sportiva. Mi piacerebbe restare nel mondo del calcio, sia come calciatrice finché me lo posso permettere e, in futuro, nel mondo del giornalismo».

Cosa ti aspetti dal tuo 2022?
«Spero tanta felicità e tanta gioia, fare bene col calcio e con l’Università, ma soprattutto un ritorno immediato alla normalità».

La Redazione di Calcio Femminile Italiano ringrazia l’ASD 3Team Brescia Calcio e Martina Sisti per la disponibilità.

Photo Credit: Martina Sisti

Nato il 12 luglio del 1988 a Cremona, Elia ha sempre avuto una grande passione per il mondo del giornalismo, in particolar modo a quello sportivo. Ha tre esperienze lavorative in questo settore, IamCalcio, ManerbioWeek e BresciaOggi, un workshop con l'emittente televisiva Sportitalia, e uno stage curricolare con il Giornale di Brescia. Si avvicina al calcio femminile nel 2013 grazie ai risultati e al percorso del Brescia CF e da allora ha cominciato ad occuparsi anche del movimento in rosa.