La Polisportiva Monterosso è una società calcistica che si trova a Bergamo. Il club, oltre ad avere una formazione maschile che milita nel campionato di Terza Categoria, ha una squadra femminile che partecipa nel girone lombardo di Eccellenza. A parlarci di questo progetto è il Direttore Sportivo delle gialloblù Mauro Vismara.

Mauro cos’è per te la Polisportiva Monterosso?
«Per me la Polisportiva Monterosso è la casa del femminile, perché giochiamo vicino allo stadio di Bergamo».

Come vi siete avvicinati al calcio femminile?
«Il Monterosso aveva una squadra in Promozione Femminile, poi io e un altro Responsabile ci siamo staccati da un’altra società e abbiamo parlato con l’attuale mister per far parte della società e da lì è iniziato tutto».

Che risultati avete ottenuto in questi cinque anni?
«Il primo anno è stato di conoscenza, il secondo abbiamo fatto il campionato di Promozione, e il terzo anno abbiamo giocato in Eccellenza, poi la scorsa stagione è stato fermato tutto per il Covid».

Che Girone lombardo di Eccellenza ci aspetteremo?
«Quest’anno ci sono quattro-cinque squadre che si giocheranno la vittoria come Vittuone, 3Team, Lumezzane, e poi noi».

Come avete realizzato la Prima Squadra del Monterosso 2021/22?
«Il nostro intento era quello di avere 24 giocatrici, praticamente due per ogni ruolo: all’inizio era difficile, ma poi, con la scusa che avevamo dentro alcune della Voluntas Osio, abbiamo preso alcune giocatrici del Brescia e della Riozzese e alla fine ce l’abbiamo fatta».

Quali sono gli obiettivi che vi siete posti quest’anno?
«Noi vogliamo vincere e salire di categoria, poi abbiamo deciso di partecipare alla Coppa Lombardia per far ruotare le giocatrici, con l’obiettivo di partire in campionato già spedite. Nel caso andassimo in Serie C dobbiamo avere l’appoggio di sponsor che ci possano sostenere».

Come vi state muovendo a livello giovanile?
«Stiamo andando a gonfie vele, perché qualche settimana fa abbiamo organizzato un Open Day e abbiamo ottenuto un successo. Possediamo le Pulcine, Giovanissime, con un bel gruppo già collaudato, le Allieve che speriamo possano ripartire con un paio di calciatrici che andranno in Prima Squadra».

Il calcio femminile come si sta comportando?
«Le società si stanno comportando bene, perché stanno cercando in tutti i modi di creare un Settore Femminile, però la Federazione dovrebbe aiutarci, perché chi va nelle squadre di alto livello passano dalle formazioni minori».

E quello bergamasco?
«Quello bergamasco penso sia un settore prolifero, perché abbiamo tante ragazze, d’altronde abbiamo società come Atalanta, che arriva fino alle Allieve, Accademia Isola Bergamasca e Orobica».

Cosa ti aspetti un giorno dalla Monterosso Femminile?
«I miei sogni sarebbero quelli di avere un Settore Giovanile completo, essere riconosciuti come Scuola Calcio Élite, perché stiamo lavorando tanto per questo, e poi quello massimo, ovvero sarebbe salire in Serie C».

La Redazione di Calcio Femminile Italiano ringrazia la Polisportiva Monterosso e Mauro Vismara per la disponibilità.

Photo Credit: Mauro Vismara

Nato il 12 luglio del 1988 a Cremona, Elia ha sempre avuto una grande passione per il mondo del giornalismo, in particolar modo a quello sportivo. Ha due esperienze lavorative in questo settore, IamCalcio e ManerbioWeek, un workshop con l'emittente televisiva Sportitalia, e uno stage curricolare con il Giornale di Brescia. Si avvicina al calcio femminile nel 2013 grazie ai risultati e al percorso del Brescia CF e da allora ha cominciato ad occuparsi anche del movimento in rosa.