In Piemonte uno dei club che partecipa al torneo d’Eccellenza regionale è l’Area Calcio Alba Roero. La società capeggiata dal patron Luciano Cane sarà guidata, in panchina, dal tecnico Gianfranco Tufo. Abbiamo raggiunto, per una breve intervista, uno dei perni del team gialloneroli Roberta Bozzoli, punta trentenne di Barolo, che dal 2016 veste la casacca della squadra piemontese.

Roberta come hai iniziato ad avvicinarti al calcio?
“Ho cominciato a giocare a calcio in cortile con mio fratello e i miei amici, tutti maschietti. Il papà del mio vicino di casa era l’allenatore della squadra di paese e mi ha convinta ad iniziare. Cosi all’età di 8 anni, nonostante qualche piccola iniziale rimostranza da parte dei miei genitori, ho mosso i primi passi senza smettere più. Mi sono innamorata di questo sport; mia madre nel frattempo è diventata la mia prima fan e mi segue ancora oggi”.

Quali maglie hai vestito nel tuo passato?
“Ho iniziato a 8 anni a giocare nella Lamorrese, squadra maschile vicino a casa mia. Poi sono seguite le esperienze nel femminile con Fossano, Albese e Cavallermaggiore, club con il quale l’Area Calcio Alba Roero si è fuso” nel 2016″.

Ora sei il capitano di questa squadra, cosa provi ad indossare quella fascia al braccio?
“Sono qui dal 2016 e da due anni sono il capitano di questa squadra e per me rappresenta un vero orgoglio. Il nostro è un gruppo affiatato e sono convinta che ciò che ci contraddistingue sia l’umiltà, ma allo stesso tempo la consapevolezza di ciò che siamo e che insieme possiamo davvero raggiungere traguardi importanti”.

Come è andata lo scorso anno per voi?
“L’anno scorso è stata una stagione purtroppo travagliata, visto che si è chiusa in maniera anticipata. Siamo partite con l’idea di fare un campionato di alto livello,ma purtroppo l’emergenza sanitaria ci ha costrette ai box”.

Dove puntate di arrivare in questa stagione?
“Quest’anno non vogliamo nasconderci dietro a un dito e puntiamo sicuramente ad un campionato da protagoniste. Rispetto all’anno scorso e al gruppo consolidato, sono arrivate giocatrici di categoria e esperienza e giovani ragazze talentuose che hanno portato entusiasmo ed anche un po’ di sano agonismo. Cercheremo di lavorare tutte insieme con umiltà e dedizione affinché il sogno della promozione possa avverarsi”.

Quale è il tuo pensiero sul calcio femminile di oggi?
“Finalmente vedo fermento intorno al mondo del calcio femminile. Vedo bambine avvicinarsi a questo sport e sono felice che i genitori vivano questa scelta con serenità. Personalmente ho vissuto qualche pregiudizio in passato,ma credo che quel tempo per fortuna sia finito. L’Area Calcio ha una splendida squadra femminile di Under 12 e tante sono le società intorno a noi che si stanno muovendo in questa direzione”.

Quale è il tuo ricordo più bello legato al calcio?
“Il ricordo più emozionante legato alla mia carriera calcistica  è sicuramente quello  della vittoria del campionato nel 2012 con l’Albese. Ultima giornata di campionato e siamo davanti alla seconda di un solo punto. La partita è ferma sullo zero a zero e non intende sbloccarsi. Tra primo e secondo tempo ci arrivano voci che la seconda in classifica sta dilagando contro l’avversaria,mentre noi sembriamo impietrite. A dieci dalla fine finalmente mi arriva una palla e arrivo sola contro il portiere. Tiro, la palla sembra andare al rallentatore,  ma alla fine entra  e noi vinciamo la partita e il campionato. Mi vengono ancora i brividi adesso. La cosa che mi fa sorridere è che oggi gioco ancora con ragazze che nel 2012 hanno condiviso quel momento con me. Sarebbe stupendo potessimo replicare e gioire così tanto, ancora insieme. Sognare, d’altronde, non costa niente”

Christian Vitale
Mi chiamo Christian Vitale, sono un giornalista pubblicista con la grande passione per lo sport. Nell'estate del 2015, con amici, apriamo il sito Parametro Zer0, divertendoci a parlare del movimento calcistico in ambito nazionale. Nell'ottobre del 2015 inizio la collaborazione con Info Cilento, portale d'informazione che copre l'area a sud di Salerno. Comincio con una trasmissione in streaming in onda ogni lunedì, sul mondo del calcio dilettantistico, per poi scrivere con lo stesso portale nell'aprile del 2016. La collaborazione con Info Cilento, ancora viva ed intensificatasi nel 2017, mi ha portato a stringere rapporti con qualche emittente televisiva e radiofonica salernitana, con ospitate varie in trasmissioni sul calcio locale. Nello stesso anno inizio a scrivere con Le Cronache di Salerno, quotidiano della zona, mentre nel 2018 entro a far parte dell'ufficio stampa della Polisportiva Santa Maria, società di Eccellenza di calcio ad 11 maschile. Nel 2019 inizio a scrivere con altri due siti on line: Campania Football, in ambito regionale, e Salerno Sport 24, in ambito provinciale, oltre a curare la comunicazione della Folgore Acquavella Femminile, squadra di calcio a 5 iscritta nel torneo di Serie C2.