Il mancino di Priscilla Del Prete che chirurgicamente feriva le difese e serviva le compagne di reparto per il gol… Chi se lo scorda?!?
Due Coppe Italia alzate al cielo tra Udine (2013/2014) e Reggio Emilia (2009/2010), un campionato di cadetteria con il giglio di Firenze (2005/2006) e poi tanta ma tanta esperienza e presenze in Serie A, in una carriera nella quale può vantare reti pesanti e gare di assoluto livello, dalla Champions League all’Azzurro della nazionale. Adesso, invece, il salto tecnico: patentino UEFA B ed il sogno di diventare allenatrice, dopo l’ennesima esperienza che farà quest’anno a Pontedera, in Serie C, con tecnico Renzo Ulivieri, il presidente degli allenatori di calcio italiani. Iniziato il corso nella sezione di Prato, durato dal 16 gennaio al 14 aprile, Del Prete ha affrontato di petto la suddetta opportunità e, tra un corso e l’altro ed un docente e l’altro, ha conseguito con profitto e con una valutazione tra le prime del corso l’abilitazione alla professione, confrontandosi con compagni di livello, come Arturo Lupoli, ex attaccante di Arsenal e di Fiorentina, e Daniele Balli, ex portiere dell’Empoli.
Prendendo poi la palla al balzo, potendo ancora vantare voglia e qualità per seguitare ad indossare gli scarpini e sfoderare il suo tagliente mancino, nella prossima stagione si accaserà al Pontedera, formazione scelta anche per mister Renzo Ulivieri, tecnico dal quale cercherà di carpire i più minuziosi e tecnici segreti della professione.

Di seguito le dichiarazioni di Priscilla Del Prete, posteriori al conseguimento dell’UEFA B: “Ho acquisito nozioni e competenze indispensabili per il mio proseguimento di carriera da calciatrice, ma anche utili e di bagaglio per un possibile futuro da mister. Una delle più grandi soddisfazioni, ciò mi ha reso davvero felice, è stata la conoscenza di Ettore Donati, docente di tecnica calcistica: un vero professionista ed attento curatore del suddetto aspetto di gioco. Nonostante sia stato un corso davvero lungo ed impegnativo, dato che nel mentre allenavo le giovanili del Jolly Montemurlo (formazione maschile di Serie D), il calcio a 5 del Florentia, giocavo e lavoravo, lo rifarei con estrema passione, coinvolgimento e voglia, per quello che mi ha lasciato e per le motivazioni e gli stimoli che mi sono sorti interiormente. Infatti, quasi sicuramente, conseguirò anche il UEFA A.”

Anche Sauro Fattori, ex attaccante di Fiorentina, Hellas Verona, Atalanta e Palermo, attualmente unico allenatore della Fiorentina Women’s, ha speso parole importanti per Del Prete: “Si aggiunge una nuova pedina ed una nuova esponente all’organico dei mister italiani: sono davvero felice per lei, perché la reputo una ragazza intelligente ed all’altezza e sono sicuro che sarà una professionista brillante e capace di intraprendere questo nuovo ruolo. Gli auguro il meglio.”

Fa eco Mauro Lizzi, mister di Del Prete ai tempi di Chiasiellis: “E’ una donna matura, seria ed estremamente professionale, per competenze e condotta. Sviluppa costantemente i propri impegni con dedizione ed attenzione. Come nella vita, ha pensato per tempo al suo futuro calcistico ed ha conseguito così un titolo per allenare importante. Sicuramente, data la sua passione, il piglio da allenatrice non le mancherà.”

CONDIVIDI
Articolo precedenteGuida al Campionato Europeo Under 19 femminile 2017
Articolo successivoCoppa Italia Femminile: è subito Derby
La Giovane Italia - Mattia Martini
Per due stagioni, dal luglio del 2013 al luglio del 2015, Responsabile dell’Ufficio Stampa e Comunicazione dell’A.C.F. Firenze, attuale Fiorentina Women’s, società militante in Serie A Calcio Femminile. Ricoprendo tale carica è stato eletto per due anni consecutivi “Miglior Addetto Stampa” della Serie A, annate calcistiche 2013/2014 e 2014/2015, nelle premiazioni ufficiali del “Golden Girls” e nelle votazioni espresse dai tifosi. Dal luglio 2015 è manager e consulente di mercato.