Un gol che vale tre punti. Un’inzuccata di Greta Adami a inizio ripresa decide Sampdoria-Milan, permettendo alle rossonere di vincere una trasferta insidiosa e di restare a punteggio pieno dopo due giornate di campionato. 0-1 il risultato finale, bugiardo per quanto prodotto e non concretizzato dalla formazione di Ganz, spesso fermata dalle ottime parate della ex di turno Selena Babb. La vittoria ripaga gli sforzi offensivi della squadra, nonostante qualche attimo di sofferenza nel finale. Il Milan, come detto, si impone sia nella prima che nella seconda di Serie A Femminile, come è sempre accaduto nelle ultime quattro stagioni e, soprattutto, vince la dodicesima trasferta delle ultime 15, 10 delle quali mantenendo la porta inviolata. Diverse prove individuali da elogiare, per esempio quella di Linda Tucceri Cimini, alla prima da titolare in questa stagione, decisiva con l’ennesimo assist (il quinto dall’inizio della scorsa stagione). Sugli scudi anche Greta Adami, come detto al primo gol assoluto in rossonero, ma anche Fifi, protagonista di 12 palloni recuperati nei 90 minuti. Tantissimi buoni segnali dunque, da confermare sabato prossimo contro la Lazio, di nuovo in trasferta.

LA CRONACA

La prima frazione è un tiro al bersaglio, che però non produce il tanto atteso e meritato gol per le rossonere. Dopo una prima fase di studio, molto fisica e frammentata, sale in cattedra capitan Giacinti, che ci prova in tre occasioni: al 17′ una semi-rovesciata facile per Babb, al 24′ una girata da centro area di poco sul fondo e al 29′, quando salta Babb ma trova l’intervento di Novellino sulla linea, a pulire tutto. Al 35′ è il turno di Vero, che sguscia in area ma trova le mani di Babb sul destro da posizione defilata. Ci prova anche Adami, al 41′: sponda di Giacinti, rasoiata di destro di Greta che lambisce il palo.

Inizia la ripresa con lo stesso copione avanti: Samp dietro in trincea, Milan in costante proiezione offensiva. Il gol del vantaggio arriva – finalmente – al 54′: corner chirurgico di Tucceri Cimini, colpo di testa di Adami sul primo palo a battere Babb, per il primo gol in rossonero del numero 8. Uno non basta, e per questo la formazione di Ganz continua a spingere senza tregua e al 58′ sfiora il raddoppio con una genialata di Jane, che prova a sorprendere Babba da distanza siderale: il portiere del Doria arretra in tempo per smanacciare in corner. Il portiere olandese, al Milan nella passata stagione, si rende nuovamente protagonista al 60′ con un prodigioso riflesso su Bergamaschi. Lo stesso 7 delle rossonere si rivela provvidenziale nella nostra metà campo un minuto più tardi, quando in ripiegamento difensivo intercetta sulla linea un tiro a botta sicura di Tarenzi. Un brivido che non modifica l’inerzia del match, ma Babb prosegue la sua sfida personale da ex e respinge alla grande un tentativo in girata di Giacinti. Qualche brivido nel finale negli ultimi assalti della Samp, ma il risultato resta in cassaforte.

IL TABELLINO

SAMPDORIA-MILAN 0-1

SAMPDORIA (4-3-3): Babb; Novellino, Auvinen, Pisani, Giordano; Re, Fallico, Seghir; Rincón (36’st Battelani), Tarenzi, Martínez (36’st Helmvall). A disp.: Tampieri, Boglioni, Spinelli, Bursi, Musolino, Bargi, Carp. All.: Cincotta.

MILAN (3-4-2-1): Giuliani; Fusetti, Agard, Codina Panedas; Bergamaschi, Jane, Adami, Tucceri Cimini; Thomas (41’st longo), Vero (29’st Grimshaw); Giacinti. A disp.: Korenčiová; Andersen, Árnadóttir, Rizza; Morleo; Cortesi, Miotto. All.: Ganz.

Arbitro: Turrini di Firenze.
Gol: 9’st Adami (M),
Ammonite: 17′ Giordano (S), 28′ Agard (M), 10’st Re (S), 36’st Adami (M).

Credit Photo: Fabrizio Brioschi