Nel pomeriggio di sabato 26 Febbraio nella Serie A TimVision il big match tra Sassuolo e Milan finisce con un pareggio a reti inviolate. Si tratta del secondo 0-0 di questa Serie A, dopo quello tra Verona e Napoli del 25 settembre 2021.

Sul campo dell’Enzo Ricci, le rossonere di Mister Ganz non riescono a trovare la via del goal, nemmeno in superiorità numerica, condizione in cui hanno giocato dal 14′, visto il cartellino rosso a Orsi. Quest’ultima, inoltre, diventa l’espulsione più veloce dall’inizio di una gara di Serie A nella stagione in corso.

Il Milan dal 10′ deve rivedere l’assetto in campo, a causa dei problemi fisici di Guagni che le fanno abbandonare il terreno di gioco prima del previsto, sostituita da Jane. Il match vede occasioni da entrambe le squadre, con il Sassuolo che prova a schiacciare il Milan nella sua metà campo in 10 contro 11. Ad un colpo di testa di Thomas, risponde Dubcova, che impegna Giuliani. Poi Lemey respinge la conclusione rossonera di Grimshaw. Nel secondo tempo al 66′ Tucceri Cimini salva il Milan dalla nuova conclusione di Dubcova che aveva battuto Giuliani. Ma le rossonere tornano in avanti, con Grimshaw protagonista, che prima vera un’occasione sulla difesa neroverde, poi cerca un’altra conclusione terminata alta sopra la traversa. Il Sassuolo riesce a tenere la porta inviolata in due delle ultime 3 partite di campionato. Le neroverdi si mantengono quindi sempre tre punti sopra al Milan.

Nonostante il pareggio, le due formazioni hanno dato vita ad un grande mach, diverso da quello dell’andata, dove il Sassuolo aveva dominato al Vismara di Milano battendo le rossonere per 2-0. Dunque il Milan di Mister Ganz questa volta non è ridimensionato, Alia Guagni in campo poteva sfruttare di più i suoi assist in area di rigore, ma comunque esce bene da questo test molto importante per testare con mano il suo rendimento contro una grande squadra come il Sassuolo.

Un rammarico forse è quello di non aver potuto sfruttare al meglio la superiorità numerica, e essersi fatto schiacciare per gran parte del primo tempo nella propria area. Una vittoria delle rossonere le avrebbe potute davvero rilanciare in questa stagione che invece le vede in corsa per un possibile piazzamento champions, con davanti squadre di spessore, come il Sassuolo, e ancor di più la Roma di Spugna. Soprattutto perché con l’assenza forzata per infortunio di Piemonte, l’attacco milanista (out per un malessere pre partita anche Longo) risulta essere forse il reparto più debole della squadra, in grado di resistere alle squadre più piccole, ma che può anche stare ma con le big del campionato e che alla lunga potrebbe pagare penso in negativo. Lo vedremo con il proseguimento del campionato che con la sconfitta della Juventus che la prossima settimana giocherà con la Roma a -3 in classifica potrebbe riaprire i giochi.

Credit Photo: Fabrizio Campagnoli 

Danilo Billi è un giornalista pubblicista da circa 20 anni. Nativo di Bologna, ha mosso i primi passi lavorativi nella città natale nell’ambito sportivo, seguendo dapprima la Fortitudo Baseball e poi la Pallavolo femminile di San Lazzaro di Savena in serie A1. Per gli anni a seguire ha collaborato con la Lega Volley Femminile, prima di approdare a Pesaro, dove è stato capo fotografo per oltre 10 anni dell’ex Scavolini Volley di A1 e redattore a Pesaro, dove attualmente vive, per il Messaggero, il Corriere Adriatico e Pesaro Notizie (web). Si è occupato del Bologna Football Club per diverse stazioni radio emiliane, come Radio Logica e Radio Digitale, dopo di che ha iniziato a scrivere per la fanzine Cronache Bolognesi e ha collaborato con altri siti e app che si occupano, tra l’altro, di calcio femminile, che negli ultimi anni ha rappresentato la maggior parte della suo impegno giornalistico. Ha scritto due libri di narrativa attinenti al calcio Bolognese e al suo tifo e uno lo scorso anno relativo alla stagione del Bologna calcio femminile edito dalla collezione Luca e Lamberto Bertozzi.