Il 2020 lo abbiamo lasciato alla spalle, quindi è tempo di fare il bilancio sulle squadre che stanno partecipando attualmente al campionato di Serie A TIMVision.

Empoli
Alzi la mano a chi credeva che l’Empoli potesse fare un 2020 di alto livello, praticamente in pochi. Con il cambio di guida tecnica, da Pistolesi a Spugna, e con un attacco rinnovato, inserendo Benedetta Glionna e Elisa Polli, si pensava che le empolesi potessero raggiungere una tranquilla salvezza, e possiamo dirlo che lo stanno raggiungendo con una buona prima parte, mettendo alle corde formazioni blasonate come Juventus, Inter, Roma e Fiorentina con prestazioni da applausi. Ma ora servono conferme, e il 2021 dovrà essere l’anno della certezza.
Voto: 7,5

Fiorentina
Un 2020 difficile in casa viola, vuoi perché c’è stato un cambiamento all’interno della rosa, su tutti l’addio di Alia Guagni, e vuoi perché serviva tempo alla formazione di Antonio Cincotta di trovare la quadra necessaria per rialzarsi da una caduta che poteva essere ancora più rovinosa, visto che anche Tatiana Bonetti, nonostante avesse giurato amore per i colori viola, stava per lasciare Firenze. Ma non è stato così, e la squadra, pian piano si è ritrovata, soprattutto in Champions dove ha centrato all’ultimo secondo la qualificazione agli ottavi di finale. Nel 2021 ora servono fatti, e soprattutto un trofeo da dare al presidente della Fiorentina Rocco Commisso.
Voto: 6

Florentia San Gimignano
Il 2020 per la Florentia San Gimignano è cominciato con una avvicendamento in panchina, da Michele Ardito al ritorno di Stefano Carobbi. Cambio azzeccato, perché la squadra si è ripresa, ma il Covis-19 ha fermato questo progresso. Nei mesi estivi arrivano giocatrici giovani e di valore, come Pisani, Boglioni e Cantore, con quest’ultima diventata vera e propria trascinatrice delle neroverdi. La prima parte 2020/21 delle gimignanesi è stata altalenante, ma la permanenza in A è alla portata di questa squadra.
Voto: 6,5

Hellas Verona
Ha chiuso la prima parte dell’anno al nono posto, ma con la seconda peggior difesa del campionato. La rosa è stata in parte rivoluzionata, soprattutto in porta e in attacco, dove sono arrivate Francesca Durante e Asia Bragonzi. Due acquisti azzeccati, perché grazie anche al loro supporto le scaligere occupano la nona posizione con sette punti di vantaggio sulla Pink Bari che ha il primo piazzamento per scendere in B. Bene, ma ora serve un nuovo passo per centrare la salvezza.
Voto: 6

Inter 
Un 2020 complicato per le ragazze di Sorbi, perché se il primo anno poteva starci qualche scivolone, nella nuova stagione invece hanno deluso e non poco, visto che la società aveva fatto importanti acquisti, come Mauro, Simonetti e Sousa. Nelle ultime settimane hanno mostrato qualche segnale di ripresa, vedremo se il 2021 avremo qualche conferma.
Voto: 5

Juventus
La Juventus ha confermato di essere una squadra di vertice in Serie A, e il fatto che chiuda l’anno da imbattuta e con una striscia consecutiva aperta di 12 vittorie ne sono la conferma. Ora bisogna diventare un top team anche in Europa, e la doppia sfida maturata a dicembre in Champions contro le campionesse in carica Lione deve andare in questa direzione.
Voto: 9

Milan
La mancata qualificazione alla Champions per via dell’algoritmo ha scatenato in casa Milan la voglia di alzare ancora di più l’asticella. La società ha fatto una campagna acquisti di livello internazionale, portando a Milano Natasha Dowie, Julia Simic, Giorgia Spinelli e Laura Agard. Poi a novembre arriva Verónica “Vero” Boquete, un nome che è un’istituzione del calcio femminile mondiale. Le rossonere di Ganz stanno tenendo testa alla Juventus e la distanza è di soli tre punti. Il 2021 deve essere il Milan l’anno delle conferme, perché solo così potrà centrare per la prima volta l’accesso in Europa.
Voto: 9 

Napoli Femminile
Il Napoli ha centrato con merito la promozione in massina serie, e con un sontuoso mercato fatto dalla società (come gli arrivi di Goldoni, Perez e Di Criscio) tutti pensavamo che le partenopee potessero fare un campionato di metà classifica. Invece siamo stati smentiti, in negativo, perché in undici partite hanno preso solo il punto ottenuto in casa del San Marino Academy. Una vera e propria delusione. Ora il nuovo mister Alessandro Pistolesi, data la sua esperienza, dovrà tirare fuori il coniglio dal cilindro per salvare il Napoli da una Serie B.
Voto: 5 

Pink Bari
Ennesimo anno difficile per la Pink Bari che anche stavolta ha posto come obiettivo la salvezza. Se il Covid-19 e l’algoritmo hanno salvato le baresi dalla Serie B, questa volta sembra che la storia possa avere un finale amaro, visto che, esclusa la vittoria alla prima contro il Napoli, sono arrivate solo sconfitte. Serve un cambio di marcia nel 2021, altrimenti sarà solo un’amara retrocessione.
Voto: 5

Roma
Doveva essere una candidata ad un posto in Champions, invece la Roma sta facendo nuovamente una stagione anonima per il terzo anno di fila, e il cambio di proprietà avvenuto quest’estate ha inciso e non poco l’andamento della squadra.
Voto: 5

San Marino Academy
Molti addetti ai lavori avevano accreditato il San Marino Academy come una delle squadre candidate alla retrocessione in B. E nelle prime due gare perse malamente contro Empoli e Milan sembrava andare in questa direzione. Ma la squadra si conosce da tanto tempo, e hanno deciso di rimettere la stagione sui binari giusti, segno che la salita dalla C alla a in due anni non è stata casuale. Speriamo che le sanmarinesi possano centrare la salvezza il più presto possibile. Se lo meritano.
Voto: 6,5

Sassuolo 
Anche qui nessuno poteva immaginare di vedere il Sassuolo che aveva chiuso la stagione 19/20 al sesto posto, e ora, ad un turno dalla fine del girone di andata 20/21, trovarsi al terzo posto. Il motivo? Prima di tutto abbiamo visto la conferma delle qualità tecniche che possiede il mister delle neroverdi Gianpiero Piovani, secondo che con acquisti mirati il gruppo ha trovato quell’amalgama necessaria per fare bene, e terzo aver portato in terra emiliana Haley Bugeja che si è presa le luci della ribalta, sia in ambito italiano che internazionale.
Voto: 8

Elia Soregaroli
Nato il 12 luglio del 1988 a Cremona, Elia ha sempre avuto una grande passione per il mondo del giornalismo, in particolar modo a quello sportivo. Ha due esperienze lavorative in questo settore, IamCalcio e ManerbioWeek, un workshop con l'emittente televisiva Sportitalia, e uno stage curricolare con il Giornale di Brescia. Si avvicina al calcio femminile nel 2013 grazie ai risultati e al percorso del Brescia CF e da allora ha cominciato ad occuparsi anche del movimento in rosa.