Il tecnico dell’Empoli Femminile, Fabio Ulderici, ha analizzato in questo modo il pareggio esterno delle azzurre contro il Pomigliano.

“C’è rammarico – afferma riguardo al 2-2 maturato ieri – una partita comandata totalmente fino al minuto 85 in cui abbiamo fatto più del doppio dei passaggi utili rispetto all’avversario, vinto quasi tutti i duelli aerei e le seconde palle che nascevano dal loro modo di giocare, vinti quasi tutti i duelli individuali decisivi per la creazione di azioni pericolose, determinato il nostro palleggio in base alla loro pressione e tenuto alla grande il campo in fase di possesso muovendo l’avversario a seconda di dove decidevamo di mandarlo. E c’è ancora maggior rammarico perché si sono verificate situazioni ed episodi che purtroppo ci hanno penalizzato. Non credo sia giusto verso chi ama questo sport”.

Ulderici si sofferma sulle cose da migliorare: “Dobbiamo imparare a gestire meglio alcuni momenti della gara per impedire alla squadra avversaria di rientrare in partita, un aspetto che fa parte del nostro percorso di crescita”.

“Abbiamo pareggiato una partita senza subire tiri in porta nati da azioni create dall’avversario – aggiunge l’allenatore delle azzurre -. Quando vuoi comandare il gioco metti in programma il rischio di commettere degli errori, ma io preferisco sbagliare perché facciamo la partita piuttosto che scommettere sugli eventi. Ci sono situazioni – specifica – dove calciare una palla sopra può servire per alzarci e spingere indietro l’avversario. Comunque sono molto felice di come abbiamo interpretato la gara, in linea con quello che avevamo preparato: con qualità e personalità”.

Questi due punti lasciati a Pomigliano – osserva Ulderici – andremo a riprenderli altrove perché solo chi vuole comandare la gara può essere padrone del proprio destino. Le ragazze hanno voglia di crescere, lo staff è un valore aggiunto: siamo sulla giusta strada, possiamo fare bene contro chiunque e dobbiamo esserne consapevoli”.

Ulderici ha voluto ringraziare i tifosi azzurri presenti in trasferta: “Sono molto importanti per tutti noi, fanno chilometri e ci dedicano ore della loro vita. Vogliamo farli felici e sappiamo che con il loro aiuto potremo fare bene. Ci sentiamo davvero fortunati ad averli”.

Domenica le azzurre sono impegnate in casa contro l’Inter. “Prepareremo bene la sfida e faremo quello che serve per farci trovare pronte: ripartiamo dagli 85 minuti di calcio fatti a Pomigliano”.

Credit Photo: Bruno Fontanarosa

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here