Al termine della partita tra la Fiorentina e la Juventus, vinta dalle bianco nere per tre reti a zero, il tecnico Patrizia Panico delle viola, ha dichiarato: “Le mie ragazze se la sono giocata fino alla fine, anche se non sono state molte le occasioni da rete da parte nostra, il loro pensiero credo sia stato che se ce la giochiamo così contro la juve che è una squadra che da 4 anni vince, non possiamo che crescere anche se siamo sulla buona strada veramente. Se ce la giochiamo così, non è il massimo, ma è quello che è che possiamo fare durante la bella stagione se pensiamo che siamo nati da poco ed abbiamo iniziato un percorso da pochissimo. Credo che le ragazze debbano migliorare anche le conoscenze tattiche, questo è quello che è che voglio io, oggi in ogni caso ce la siamo giocata sotto ogni punto di vista, abbiamo preso un gol solo alla fine del primo tempo, poi siamo calate. Anche il terzo gol è stato su punizione diretta, fino alla mezz’ora la partita era aperta, ed abbiamo creato diverse occasioni da rete. Certo ci vuole anche un po’ poco di coraggio: di grinta in più, certe volte quando si vanno ad affrontare è avversari forti, è così che si cresce di livello tecnico. Metteremo da parte questa partita per continuare a crescere sia dà un punto di vista di caratteriale che è di gioco, non che di organizzazione”.

E poi seguita una breve dichiarazione, del capitano della Fiorentina Martina Zanoli, che ha detto: “Sapevamo che non era una partita facile, come nessuna partita di questo campionato lo è, poiché è molto equilibrato, è nonostante il risultato non è stato a nostro favore si è schierato quella cattiveria che dovevamo mettere. Occorre che alle prossime gare il nostro atteggiamento sia lo stesso dall’inizio fino alla fine della gara. Con grinta e quella voglia di sacrificio che partita dopo partite si vede la differenza. Occorre crescere ed insieme come squadra. Cercheremo di liberare quegli aspetti che poi ci faranno anche vincere”.

Paolo Comba, giornalista pubblicista iscritto all' ordine di Torino, ho conseguito il tesserino da Giornalista collaborando da prima con quotidiani on line ( settore calcistico giovanile : “11 giovani.it” e “gioca a calcio.it", in Piemonte) per entrare, successivamente, in redazione a Torino del settimanale cartaceo di “ Sprint&Sport" e Terzo Tempo (settore calcistico dilettantistico Regione e Nazionale - Professionistico – Serie D). Collaboro dal 2018 con RCS Sport per il Giro d' Italia (seguendolo in tutte le tappe) e nel Giro 103 ho collaborato come addetto stampa per quotidiani on line di ciclismo ( bikenews ). Appassionato di Sci alpino e nordico segue gare Mondiali e Coppa del Mondo dal 2000. Credo che il CALCIO FEMMINILE ITALIANO sia un movimento in grande crescita e debba avere le stessa visibilità del mondo “ maschile", pertanto, contribuisco a questo grande obbiettivo.

1 commento

  1. Sono d’accordo: il risultato è stato un po’ troppo “cattivo” con la Fiorentina. La differenza fra le due squadre si è vista, ma non è trascrivibile in un 3-0. Coraggio Fiorentina, il campionato sarà lungo, equilibrato ed ogni punto sarà importante. Prendete esempio dalla reazione del Pomigliano contro l’Empoli.

    Vado brevemente OT: vorrei vedere solo terne arbitrali femminili, come in altri paesi, oppure miste in entrambi gli sport (calcio femminile e calcio maschile).

    Arrivederci.

Comments are closed.