Photo Credit: Fabrizio Brioschi

Il percorso del Sassuolo in Serie A è stato importante, non a caso sono arrivati un terzo, un quarto, un quinto, un sesto e una salvezza arrivata al primo anno nel massimo campionato.

L’allenatore delle sassolesi Gianpiero Piovani è intervenuto nel programma del club emiliano dal titolo “Nero&Verde” ed incentrato sulla Cena di Natale organizzata dalla società, e ha parlato di quello ha fatto il Sassuolo sin da quando è approdato sulla panchina neroverde: “Quando sono entrato mi sono girato dietro un attimo guardando a cinque anni fa, quando sono arrivato qua, e a questa festa c’erano diciotto-venti bambine, ora sono sei-sette volte di più e vuol dire che è stato fatto un percorso difficile e importante. Si sono aperte barriere che prima nel calcio femminile erano un po’ chiuse, i genitori hanno capito che le bambine devono fare quello che gli piace di più, in questo caso il calcio. C’è da ringraziare i genitori che si sono aperti molto, da un’altra parte c’è da ringraziare il Sassuolo che crede molto in questo movimento e, soprattutto, nelle giovani“.

Nato il 12 luglio del 1988 a Cremona, Elia ha sempre avuto una grande passione per il mondo del giornalismo, in particolar modo a quello sportivo. Ha tre esperienze lavorative in questo settore, IamCalcio, ManerbioWeek e BresciaOggi, un workshop con l'emittente televisiva Sportitalia, e uno stage curricolare con il Giornale di Brescia. Si avvicina al calcio femminile nel 2013 grazie ai risultati e al percorso del Brescia CF e da allora ha cominciato ad occuparsi anche del movimento in rosa.