“Ieri (4 marzo 2021 ndr) è stata una giornata tanto importante quanto triste per la famiglia viola e per tutto il calcio. Ognuno di noi si è preso un momento per ricordare Davide Astori che, oltre ad essere un grande calciatore, era un vero uomo. Così vogliamo onorarlo”. E’ visibilmente emozionata e commossa Greta Adami quando parla dell’ex capitano gigliato scomparso prematuramente tre anni fa. Avendo lei indossato la maglia viola sin dalla creazione della formazione femminile nel 2015, ha vissuto molto da vicino la tragedia che ha colpito la Fiorentina. Il ricordo arriva nel corso di un’intervista ufficiale rilasciata al sito ufficiale della società toscana.

Dopo arriva il momento per parlare di calcio giocato: “la gara d’andata contro il Sassuolo è stata la nostra prima sconfitta stagionale e siamo rimaste spiazzate. Domenica vogliamo rifarci giocando bene per riscattarci e mostrare che siamo più forti di loro. Quando giochi in un gruppo per tanti anni hai più stimoli – continua la vice capitana viola –, noi siamo una formazione rimaneggiata e molte dinamiche sono cambiate. Sicuramente molti meriti per la vittoria dell’andata vanno anche a loro”.

“Il calendario non è facile. La nostra rosa è sempre più corta a causa di infortuni gravi, Covid e altri problemi che ci portiamo dietro da tempo. Non è una scusa però per non dare il massimo”. La numero sette parla poi della gara di mercoledì scorso: “in campo si è vista una bella cosa. Abbiamo giocato unite dimostrando un’attitudine a voler fare grandi cose. Questo spirito va messo in campo ad ogni partita. Anche se non stiamo passano un buon momento io sono orgogliosa della squadra scesa in campo a Manchester. Il match con il Sassuolo servirà ad evidenziare ulteriormente che siamo unite e vogliamo vincere”, conclude la centrocampista nata a Viareggio.