Finalmente dopo gli impegni della nazionale torna in campo la nostra amata serie A… ci era mancata! E per il Milan ci sarà l’atteso derby con l’Inter di Rita Guarino, che quest’anno sta facendo molto bene in campionato.

Dunque dal derby della Madonnina, il primo di questa stagione, ci si aspetta tanto, soprattutto perché in questa stagione come non mai le aspettative e il bacino dei tifosi delle due squadre è notevolmente aumentato, specchio di un movimento in crescita che sta muovendo sempre di più verso il professionismo che, il prossimo anno, accoglierà fra le sue braccia anche le nostre calciatrici di oggi. 

Ma azzardiamo un’analisi per quanto ci concerne in casa rossonera, per le ragazze di mister Ganz, attualmente al terzo posto in classifica, questo derby rappresenta oltre che la supremazia cittadina, anche tanto sotto il punto di vista della classifica, il Milan attualmente ha 22 punti ed è al terzo posto, mentre l’Inter con il suoi 18 punti è al quinto posto.

L’imperativo per il Milan è vincere anche senza convincere, come poi è stato dopo la cocente sconfitta in casa con il Sassuolo, rivelazione assoluta di questa stagione. Nelle ultime uscite delle rossonere (Coppa Italia inclusa), l’attacco non ha certo brillato per reti segnate, molte gare sono state vinte con anche un sola rete di scarto, ma lo scatto che hanno fatto le milaniste è stato nella testa. Infatti, ogni volta che sono riuscite a sbloccare la partita, sono anche riuscite sempre a controllarla senza concedere mai alle avversarie di avvicinarsi più di quel tanto dalla porta, cercando poi di anestetizzare il tutto grazie al giro palla, e impiegando in modo particolare due reparti il centro campo che si è rivelato fino ad ora l’arma in più di questa formazione, e il pacchetto difensivo che via via si è dato una registrata e che amministra bene anche le partenze del gioco impostate dal basso. Insomma un Milan in controllo che ragione e butta sempre il cuore oltre all’ostacolo, un Milan che, però, davanti sta facendo po’ troppa fatica, in modo particolare da quando Boquetè è letteralmente scomparsa dai radar delle titolari, si parla di un litigio pesante proprio con mister Ganz, che l’ha relegata fino ad ora ai margini della rosa, e se la situazione si protraesse ancora c’è da aspettarsi un addio nel mercato di gennaio e un possibile nuovo acquisto che la possa in qualche modo sostituire in quel suo ruolo di trequartista che, in questo momento, manca senza dubbio alle rossonere. Ma a non esserci è stata anche la forma migliore di Giacinti, che ultimamente è partita dalla panchina e sta attraversando un calo fisico, come abbiamo potuto vedere anche in Nazionale. La punta del Milan e della Nazionale Italiana sembra stanca e affaticata, specie in questo periodo dell’anno dove fra impegni di campionato e con la maglia azzurra è stata sempre chiamata a fare gli straordinari, allo stesso modo siamo convinti che nel derby getterà tutto quello che ha in campo per dare un preziosissimo contributo alle sue compagne.

Per gli addetti ai lavori si prospetta un derby che potrebbe finire in parità, anche se personalmente penso che il Milan possa fare suo il derby della Madonnina, visto che la determinazione con cui ha giocato con il coltello fra i denti le ultime partite di campionato e si è abituata a vincere anche senza le sue due stelle principali, facendo del gruppo e della tigna agonistica l’arma in più che in questo momento è il suo punto di forza. L’Inter, dal canto suo, ha in panchina una grande allenatrice ed è cresciuta molto, ma come squadra avrà bisogno ancora di carburare il motore per farlo andare agli stessi giri delle rossonere

 

Danilo Billi è un giornalista pubblicista da circa 20 anni. Nativo di Bologna, ha mosso i primi passi lavorativi nella città natale nell’ambito sportivo, seguendo dapprima la Fortitudo Baseball e poi la Pallavolo femminile di San Lazzaro di Savena in serie A1. Per gli anni a seguire ha collaborato con la Lega Volley Femminile, prima di approdare a Pesaro, dove è stato capo fotografo per oltre 10 anni dell’ex Scavolini Volley di A1 e redattore a Pesaro, dove attualmente vive, per il Messaggero, il Corriere Adriatico e Pesaro Notizie (web). Si è occupato del Bologna Football Club per diverse stazioni radio emiliane, come Radio Logica e Radio Digitale, dopo di che ha iniziato a scrivere per la fanzine Cronache Bolognesi e ha collaborato con altri siti e app che si occupano, tra l’altro, di calcio femminile, che negli ultimi anni ha rappresentato la maggior parte della suo impegno giornalistico. Ha scritto due libri di narrativa attinenti al calcio Bolognese e al suo tifo e uno lo scorso anno relativo alla stagione del Bologna calcio femminile edito dalla collezione Luca e Lamberto Bertozzi.