È ancora Juve. Ancora una vittoria, ancora nettissima, anzi con un gol in più rispetto ai tre della prima giornata contro l’Atalanta-Mozzanica. Le ragazze di Rita Guarino infliggono un 4 a 0 alla Res Roma nella prima partita assoluta giocata in casa dalle bianconere, presso il campo Ale & Ricky di Vinovo. Un punteggio notevole, una partita ottima, anche se almeno due dei gol sono dovuti a errori tecnici della Res Roma.

Dopo un pre-partita scandito dai cori dei numerosissimi tifosi e dall’inno ufficiale, le  bianconere sono entrate in campo dimostrando subito la loro pericolosità. Glionna che dalla sinistra si accentra dribblando le avversarie e il tiro su punizione di Zelem fanno tremare la Roma. Che però, inizialmente, sostiene il livello con decisi contrattacchi difesi dai colpi di testa della diligente Sara Gama.

Ma le giallorosse non reggono alla prova del tempo e si dimostrano fisicamente e tecnicamente inferiori alle avversarie. Così al 26’ Glionna approfitta di un errore della difesa, che le spiana la strada verso la porta. Fa tutto da sola, è davanti a Pipitone, non esita, prova il tiro e segna.

Da questo momento la Juventus domina il restante primo tempo, con un gioco quasi esclusivamente in attacco e ancora tentativi pericolosi, salvati da Pipitone, da parte di Glionna e di Sara Gama, che prova la conclusione con un colpo di testa.

Nel secondo tempo la Roma riparte con Palombi che prova la conclusione, ma Giuliani para il tiro. Ma è di nuovo la Juve a dominare in attacco. Prova Glionna, riprova Boattin, Pipitone respinge, l’azione si fa confusa, finché una sfortunata autorete di Fracassi porta la Juventus sul 2-0. Meno di 10 minuti e l’arbitro fischia un rigore per fallo su Boattin: è suo il tiro, basso a sinistra. Pipitone si butta, ma a destra. È 3-0 per le Women.

La Roma reagisce, torna a gestire l’attacco. Simonetti prova a segnare su calcio di punizione ma il tiro è troppo alto. Ci riprova Martinovic, ma non trova la conclusione. Il quarto gol arriva inaspettato al 78’: un’incertezza di Pipitone (l’unica, ma fatale) che esita al centro della porta, mentre il tiro lento ma preciso di Galli raggiunge indisturbato l’angolo sinistro. È il 4-0, punteggio con cui si conclude il match.

La partita era un banco di prova per entrambe le squadre, ciascuna con qualcosa da dimostrare: per la Res Roma era la possibilità di confermarsi tra le grandi del campionato, dopo l’ottimo risultato della prima giornata contro il Chievo; per la Juventus quella di imporsi come una delle favorite per la corsa allo scudetto. Siamo solo all’inizio e il campionato è ancora lungo. Potranno esserci sorprese. Intanto, però, abbiamo qualche indizio.

Credit Photo: Juventus Women – Facebook

CONDIVIDI
Articolo precedenteRientro amaro in Puglia: Fiorentina Women’s batte Pink Bari 2 a 1
Articolo successivoFiorentina Women’s – Pink Sport Time: le pagelle
Chiara Martinoli
Sono nata a Milano l’11 aprile 1993. Appassionata di calcio fin da quando era bambina, a 11 anni inizia a giocare nell’Atletico Milano e ci rimane a lungo. Abbandonata poi quest’esperienza si dedica alle altre sue passioni, la letteratura e il giornalismo. Dopo la laurea in Lettere e la collaborazione con diverse testate, ha deciso di far ritorno (da una prospettiva diversa) a quel mondo in cui ha lasciato un pezzo di cuore: il calcio femminile.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here